tangenti-a-roma-22-arresti-per-corruzione 172455

C’è anche il presidente dell’Interporto di Civitavecchia nonché maggiore sponsor del Civitavecchia calcio, l’ingegner Franco De Angelis tra i destinatari del provvedimento cautelare nell’ambito dell’inchiesta “Vitruvio”.  Corruzione e concussione, questi i capi d’accusa di cui devono rispondere alcuni dei protagonisti di quella che viene considerata la nuova tangentopoli romana finiti in manette con un blitz della Guardia di Finanza di Roma, su disposizione di ordinanza cautelare disposta dal gip del tribunale della capitale Anna Maria Gavoni. Nell’inchiesta, portata avanti appunto dal Comando Unità Speciali della Guardia di Finanza su delega della procura della Repubblica di Roma  sono coinvolti professionisti, imprenditori e funzionari della pubblica amministrazione. Tra le  persone raggiunte dal provvedimento cautelare anche l’ingegner Franco De Angelis, attuale presidente dell’Interporto di Civitavecchia che conta oltre quaranta dipendenti. Qualche mese e precisamente a settembre,  De Angelis incontrandosi con il presidente dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti e il sottosegretario Riccardo Nencini aveva preannunciato per la struttura di Aurelia grandi prospettive di lavoro e di sviluppo: sfumato l’arrivo di una grossa azienda di surgelati, ecco l’ennesima doccia fredda, questa volta giudiziaria che ha colpito il presidente dell’Icpl che lascia grosse preoccupazioni per il futuro della stessa. De Angelis, come si ricorda, ha anche offerto una sponsorizzazione al Civitavecchia calcio durante l’estate con l’arrivo della nuova cordata a via Attilio Bandiera. Insomma una bufera che rischia di investire l’Interporto di Civitavecchia e anche sul club nerazzurro.       

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com