treni treno pendolari-e1340187363846

Nuova mattinata d’inferno per i pendolari

20 Febbraio 2013
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nuovi pesanti disagi per i pendolari della tratta Roma-Civitavecchia. A causa del guasto di un convoglio, rimasto poi fermo in galleria, questa mattina le corse hanno subito ritardi e, in alcuni casi, i treni sono rimasti fermi sui binari in attesa che gli addetti procedessero alla riparazione. l problemi maggori li hanno avuti i pendolari partiti con il treno delle sette da Civitavecchia, che sono rimasti appunto bloccati per circa mezz’ora nella galleria che precede la fermata Roma San Pietro. Senza indicazioni e senza rassicurazioni, hanno atteso che il convoglio riprendesse la marcia senza nascodere le proprie preoccupazioni e non sono mancate scene di panico ed anche proteste plateali. La mezz’ora persa per molti viaggiatori si è poi raddoppiata, ed in altri casi anche triplicata, per chi per raggiungere il proprio posto di lavoro ha perso le coinidenze con gli altri mezzi. “Tra mille peripezia – ci racconta una nostra lettrice – sono riusciti a sedermi dietro la mia scrivania con quasi due ore di ritardo con ripercussioni notevoli su quelli che erano i miei impegni giornalieri”.
E sono ormai diventati quotidiani i disagi per chi utilizza il treno per andare a lavorare. Tanti candidati si sono presi l’impegno di migliorare la situazione anche durante questa campagna elettorale. Promesse che i pendolari hanno registrato ma alle quali faticano a credere visto che ne hanno sentite tante, ma di viaggio in viaggio vedono riproporsi sempre gli stessi problemi.





  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo