Nuoto. Lestingi fuori dalla semifinale

19 Agosto 2014

Delusione fortissima per Damiano Lestingi. Questa mattina il civitavecchiese ha debuttato agli Europei di Berlino, gareggiando nei 200 misti e mancando la semifinale solo per 9 centesimi. Il suo tempo, 2’01″97 è stato comunque buono, anche forse il pupillo di Fabio De Santis ha perso la qualificazione nella frazione a stile libero. Ma va detto che anche una bella dose di sfortuna si è accanita sul nuotatore. Ora il tritone si impegnerà in vista della staffetta 4×200 stile libero, prevista per sabato, con le batterie mattutine e l’eventuale finale pomeridiana.

Lestingi ha preso parte alla terza batteria, la seconda per velocità, in cui era presente anche il compagni di squadra Federico Turrini. Il camaleonte del nuoto italiano parte tranquillo, in sordina, conscio di non poter fare la differenza nel delfino. E’ nella seconda frazione, quella a dorso, che l’atleta dell’Aniene si mette in mostra, facendo notare di non farsi ingannare dalle particolari caratteristiche della vasca berlinese, che stanno influenzando le prestazioni dei dorsisti. Grazie a questa progressione Lestingi scalza quasi tutti gli avversari e toccando la piastra in terza posizione. Non è andata affatto male la parte a rana, Lestingi ha tenuto limitando i danni. Se c’è un neo nella gara dell’allievo di De Santis riguarda gli ultimi 50 metri, a stile libero, in cui forse ci si attendeva un arrembaggio da parte del civitavecchiese, il quale comunque è stato bersagliato dalla sfortuna, innanzitutto per aver mancato la semifinale per nove centesimi. Forse anche il fatto che coloro i quali hanno preso parte all’ultima batteria, sono stati “aiutati” dall’avanzata iniziale della lepre Cseh e questo ha inciso sui risultati, in quanto gli altri nuotatori sono stati esortati ad impegnarsi ancora di più per ridurre il distacco. “Meglio fortunati che ricchi diceva un vecchio proverbio – esordisce con un sorriso amaro Lestingi – è stata comunque una buona gara e non recrimino niente. Sapevo che nella rana non potevo dare il massimo e nella prossima stagione mi impegnerò ancora di più per limare i miei difetti. Forse ho sbagliato qualcosa nella virata a stile libero. Peccato perché ci tenevo, ho comunque ottenuto un buon risultato – conclude il tritone – ora penso alla staffetta di sabato”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com