Nunzi: “chiarezza per il mercato”

13 Maggio 2014

Da Mauro Nunzi, candidato sindaco riceviamo e pubblichiamo. “Gli operatori mercatali delle ex superfetazioni intorno al mercato ittico hanno più volte chiesto chiarezza, sentendosi abbandonati a se stessi, ma a tutt’oggi hanno ottenuto soltanto risposte vaghe e insoddisfacenti. Sono anni che questi operatori vengono presi in giro e ancora oggi non riescono a sapere cosa faranno realmente domani. Tutti aspettavano con entusiasmo lo spostamento che doveva avvenire il 29 ed invece non è successo nulla e soprattutto “nessuno” è andato ad avvertirli che lo spostamento non ci sarebbe stato più, e ancora oggi si chiedono il “perché”.  Questi operatori devono essere aiutati, supportati e soprattutto devono essere presi in giusta considerazione, perché dopo anni di sofferenza sono provati psicologicamente. Loro chiedono risposte. Vogliono sapere cosa ormai si devono aspettare ancora? Come andranno a svolgere il loro lavoro? E soprattutto si chiedono, come è già successo, se saranno avvertiti dello spostamento soltanto qualche giorno prima o addirittura se soltanto il giorno prima gli sarà intimato di lasciare le attuali postazioni sulla copertura della trincea ferroviaria per spostarsi da qualche altra parte. Penso che non si debba giocare con la vita di queste persone, perché sono persone che hanno una famiglia e come tante altre per mangiare e vivere da onesti cittadini, devono e vogliono “lavorare” dignitosamente. Gli operatori delle ex superfetazioni devono  avere delle certezze su quello che sarà il loro futuro, al pari delle altre categorie di operatori mercatali che già sanno come e dove andranno a svolgere il loro lavoro quando torneranno nelle postazioni che hanno occupato in precedenza per tanti anni. Nulla hanno da obbiettare sul fatto che gli altri torneranno nelle vecchia postazioni completamente rifatte, ma ovviamente si chiedono se anche per loro, dopo tante promesse, in tempi brevi ci saranno delle nuove edicole mercatali che gli permettano di affrontare il futuro con meno interrogativi”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com