Tullio Nunzi-2

Nunzi: “L’aumento della pressione fiscale indebolisce il sistema produttivo”

19 Febbraio 2016

Il direttore della Confcommercio Roma, Tullio Nunzi, ha commentato i dati di un’indagine di Confcommercio e Centro Europa Ricerche. La pressione fiscale negli ultimi 20 anni è aumentata del 248%, mentre le imposte centrali sono cresciute del 76%. Negli anni che vanno dal 2011 al 2015, inoltre, le tasse sugli immobili sono cresciute del 142% e la tassa sui rifiuti è aumentata del 50%. Notevoli le differenze tra territori: un contribuente romano paga mediamente 2000 euro in più di un collega trentino.

“Le imprese del commercio, del turismo e dei servizi non possono pagare più il conto di enti pubblici inefficienti, e l’unica via obbligata è il controllo serrato della spesa pubblica e minori tasse; senza questa ricetta si rischia concretamente di creare danni gravissimi in particolare alle piccole imprese locali, in sofferenza da anni e che rischiano di scomparire”. Afferma Nunzi. I dati di Civitavecchia non si discostano da quelli romani.  “Spero che coloro che tra le varie forze politiche locali hanno ipotizzato e ipotizzano ulteriori aggravi – ha concluso il direttore – si rendano conto che la crescita della pressione fiscale indebolisce il sistema produttivo civitavecchiese, e invece è un’azione prioritaria ridurre il carico fiscale su imprese e famiglie”.

 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo




© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo