unnamed 1

Ci si prende gioco di un cittadino magrebino, per giunta con cittadinanza italiana e cittadino onorario di Nemi. Non ci sto – tuona Ivan Galea, responsabile Assotutela per Roma nord e Castelli Romani – ho visto piangere Hassan e raccontare quanto accaduto e insieme a me c’erano altre persone: come fa il sindaco di Nemi Alberto Bertucci a dichiarare che Hassan avrebbe accettato di buon grado di smontare il suo bazar già allestito ed andarsene in piena Domenica mattina? Una giornata che, tra l’altro, ha accolto l’iniziativa BorgoDivino e per la cui occasione sono stati allestiti una fila di stand lungo il corso principale del paese. Hassan non dava fastidio a nessuno ma è stato letteralmente cacciato. E’ questo “il paese dell’accoglienza” che va tanto decantando il sindaco Bertucci?”. Assotutela grida alla vergogna per come, ancora una volta si dicano bugie: “L’ultima volta abbiamo “tanato” il sindaco sul taglio degli alberi in via De Sanctis: dicevano di avere tutte le autorizzazioni e invece Alberto Bertucci ha ricevuto una multa dalla Forestale di circa 2.500 euro per mancanza proprio delle dovute autorizzazioni. Forse l’ufficio stampa strapagato dal sindaco con i soldi dei cittadini serve a diramare comunicati che stravolgono la realtà dei fatti?”. Galea assicura che tornerà sulla questione: Far vergognare e piangere un uomo di una certa età è veramente inammissibile, se nessuno ha il coraggio di prendere le difese di Hassan lo facciamo noi! Vergogna, vergogna e ancora vergogna!”

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com