no-coke

Il Movimento No Coke parteciperà alla manifestazione di protesta contro il progetto dell’inceneritore al centro chimico di Santa Lucia

5 Maggio 2016
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

“Siamo contro il progetto dell’inceneritore al centro chimico di Santa Lucia perché il solo concepire l’ipotesi di realizzare un inceneritore di armi chimiche risulta un’offesa all’intero comprensorio. Esprimiamo la nostra più totale contrarietà all’installazione di un qualsiasi impianto industriale basato sulla combustione di qualsivoglia materiale – affermano i No Coke -, tanto più se questo è costituito da pericolosissime armi chimiche, riteniamo che anziché formulare tale sciagurate ipotesi, i vertici del CETLI abbiano il dovere, in prima istanza, di informare la popolazione circa la tipologia dei materiali finora stoccati nel loro impianto, nonché avviare la caratterizzazione delle matrici terra, aria e acqua per verificare se vi siano dispersioni che possano alterare l’ambiente circostante e far comprendere come si intenda procedere con l’immediata bonifica del sito che ci risulta, come riportato nell’ultima “Relazione sullo stato di esecuzione della convenzione sulle armi chimiche e sugli adempimenti effettuati dall’Italia” relativa all’anno 2014, gravemente deteriorato a causa dalla forte corrosione dovuta al ristagno dei prodotti chimici impiegati. Ribadiamo inoltre che deve essere garantita la trasparenza per consentire agli enti locali, ai cittadini e alle associazioni l’esercizio del diritto alla partecipazione previsto dalla legge, principio che non ci sembra essere stato rispettato fino ad ora”.

 

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo