carmine ianniello

Il Movimento civico “Il Paese che Risorge” presenta il candidato Sindaco

3 Aprile 2017
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

“Cari concittadini, come già  anticipatovi attraverso il nostro precedente comunicato stampa, il Paese che Risorge, nasce da uno scambio di opinioni tra amici e dall’idea di creare un nuovo modo di appartenere alla comunità, attraverso la conoscenza, lo studio e lo sviluppo di nuove proposte e per far fronte al sempre più diffuso malcontento della gente e all’ esigenza di un concreto e fattivo cambiamento.
E’  nata nel gruppo, la comune convinzione di dover assecondare il nostro forte senso di appartenenza alla comunità, il nostro senso di responsabilità civica e la nostra volontà di contribuire a creare un futuro migliore, dando per primi un concreto esempio positivo e propositivo ai nostri concittadini: “vale la pena spendersi in prima persona per ciò che è giusto, mettendosi al servizio della propria comunità, ponendo in secondo piano gli interessi di parte per il raggiungimento di obiettivi comuni e condivisi.”
Da subito il gruppo si sta adoperando, investendo il proprio tempo, analizzando le problematiche del territorio, condividendo e vagliando possibili soluzioni, dettate dall’amore per questo territorio e dalla voglia di far emergere quelle sue potenzialità che gli riconosciamo, ma ad oggi ancora inespresse.
Presentiamo quindi ufficialmente il  candidato sindaco per il paese. Vogliamo proporci come autentica alternativa, per una nuova ed originale amministrazione del Comune, basata su di una  programmazione attenta e concreta che nasce dai bisogni quotidiani ed essenziali dei cittadini; sull’ottimizzazione e valorizzazione delle risorse già presenti; sulla progettazione di un programma di sviluppo del territorio, favorendo il dialogo con gli altri enti ed istituzioni;  sulla corretta e trasparente informazione ai cittadini; sulla formazione continua del personale amministrativo; sulla gestione integrata dei servizi sociali tra enti pubblici, privati ed associazioni. Crediamo fortemente che tutto ciò rappresenti il vero rinnovamento, capace di rompere gli schemi del vecchio modo di far politica.” Il Paese che Risorge”, è l’unica scelta possibile per un buon governo .
La volontà di un vero cambiamento, si traduce anche nella presenza in lista di volti nuovi, preparati e motivati nel voler realizzare questo progetto e tradurlo in realtà amministrativa e sempre nell’ottica del cambiamento, usciamo dalle tattiche tipiche dei partiti e presentiamo pubblicamente il candidato sindaco.
Scelto all’unanimità dal gruppo, durante la riunione di domenica 2 Aprile, per la sua rappresentatività, le capacità  di dialogo e la discrezione, per aver dimostrato interesse e vicinanza ai bisogni della gente e del nostro paese. Non un politico di professione  o un leader carismatico, ma un cittadino che, come tutti noi e quanti vorranno condividere il nostro progetto, pensa che sia necessario dedicare una parte del proprio tempo al servizio della città.  Sosteniamo con stima e fermezza il  candidato sindaco, Carmine Ianniello , Cittadino di Allumiere, nasce a Santa Maria Capua Vetere (CE), il 29/10/1973, da una famiglia di operai, il padre nel settore dell’edilizia la madre casalinga. Tre anni dopo nasce suo fratello Massimiliano. L’infanzia la trascorre a Roma, dove frequenta anche le scuole dell’obbligo. Dopo intraprende gli studi nel settore Socio- Sanitario, conseguendo diverse specializzazioni, sulle malattie degenerative, tipo  Alzehimer e psichiatriche. Durante gli anni dell’infanzia , si avvicina al volontariato e comincia ad interessarsi anche alla politica locale e Nazionale, sviluppando negli anni delle proprie idee di far politica, precisamente sostiene la politica di strada (tra la gente). Nel 2007 conosce l’attuale compagna, Di Gennaro Giulia, con la quale mette su famiglia, diventando padre di tre bambini. Siamo certi, che i cittadini di Allumiere avranno modo di conoscerlo e apprezzarne le doti e le capacità durante l’imminente campagna elettorale, convenendo  nel sostenerlo, riconoscendolo quale miglior espressione di un rinnovamento per lo sviluppo della nostra amata comunità. Soltanto un anticipo sul programma.

Taglio del 15/20 % delle indennità del Sindaco per istituire un fondo di emergenza  sociale; la stessa cosa verrà chiesta, a tutta la giunta.
La partecipazione dei cittadini deve essere il motore e la linfa vitale della vita pubblica: l’impegno con il quale ci candidiamo al governo del Comune  è quello di:
lavorare insieme per restituire respiro e lungimiranza alle scelte politiche;
valorizzare e incanalare le tante energie profuse, in questi anni, dai singoli cittadini e dalle Associazioni;
garantire trasparenza e riconsegnare all’azione amministrativa una reale efficacia;
riportare la sensibilità e l’intelligenza di tutti nel vivo dei processi di trasformazione del nostro paese.  In un periodo di crisi economica e depressione socio-culturale quale quello che stiamo vivendo, è fondamentale che la comunità torni a svolgere la propria fondamentale funzione di collaborazione, di integrazione, di solidarietà. Occuparci tutti insieme del nostro territorio e dei suoi problemi, ma anche delle sue potenzialità, mettendo al centro le persone e il loro stare bene: questo deve essere l’obiettivo di chi oggi dovrà gestire in prima persona l’Amministrazione, con l’affermazione di un modello condiviso per l’assunzione delle decisioni.
Siamo tutti chiamati a contribuire al bene comune, nei modi che ciascuno di noi è in grado di offrire, ma soprattutto mettendo al centro lo scambio di idee, la cooperazione e l’azione proiettata verso il futuro. Non dobbiamo accontentarci del minimo indispensabile, dobbiamo puntare a costruire un paese vivibile e socialmente attivo, a restituire ad Allumiere un percorso di sviluppo che tenga insieme le necessità sociali dell’equità, della sostenibilità e dello sviluppo, della partecipazione democratica.
Benché le risorse finanziarie siano limitate, è possibile riqualificare gli aspetti principali della vita della nostra comunità.

sociale, famiglia e associazioni;
lavoro e sviluppo;
comunicazione;
cultura e scuola;
sport;
ambiente e territorio;
sicurezza.
Nel nostro programma, viene dato ampio spazio al mondo dei disabili

 Il candidato sindaco afferma, in conclusione, negli anni ho imparato a non esaltarmi per i successi e non deprimermi per i fallimenti. Ho constatato che anche forze piccole, ma determinate e coerenti nel perseguire il bene pubblico, possono incidere.
Perciò la nostra azione continuerà qualunque sia il risultato che otterremo alle prossime elezioni. Abbiamo l’ambizione di portare il nostro progetto per Allumiere a tutti i livelli istituzionali cittadini, rimanendo indipendenti e senza cedere alle logiche dei partiti. Non è ingenuo volontarismo, né crediamo a facili formule risolutive. Crediamo però fermamente nella possibilità di fare politica con impegno, onestà, trasparenza e con il metodo realmente partecipativo e democratico”.

 

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo