Mecozzi sul mercato: “I ritardi effetto della caduta della Giunta”

13 Dicembre 2013

E’ giusto che si sappia: il paradosso del mercato ormai finito che resta in mano alle ditte costruttrici che vogliono essere pagate è una conseguenza della caduta della giunta. I 300 mila euro dovuti fanno parte dei finanziamenti attesi dalla Regione per la realizzazione dell’opera. L’unico modo di pagare è che il Comune anticipi i soldi alla Regione che però è già debitrice per milioni di euro. Il sindaco Tidei ed io, rendendoci ben conto dell’importanza dell’opera, eravamo già pronti a pagare ed in questo senso erano stati presi accordi con l’assessore Venanzi. Stavamo solo aspettando la fine dell’anno per non sforare i limiti imposti dal patto di stabilità, ma i soldi erano già in cassa. Ora il compito di pagare e di dare via libera all’inaugurazione del nuovo mercato spetta al Commissario, se però la sentirà di anticipare altri 300 mila euro ad una Regione che deve al Comune diversi milioni, cosa facile per un politico nel pieno delle sue funzioni e nell’ambito dei suoi poteri discrezionali, ma impresa oggettivamente  molto più spinosa per un funzionario dello Stato.


image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com