Cerveteri e Ladispoli sono due comunità legate e vicine, e non solo geograficamente. Nel territorio dei due Comuni le Amministrazioni Locali e l’ associazionismo operano in stretta sinergia impegnandosi all’unisono per raggiungere risultati concreti.
 
“Il mondo della solidarietà – scrivono congiuntamente  i responsabili delle associazioni Humanitas  (Ida Rossi), Centro Solidarietà Cerveteri  (Maria Giovanna Casertano) eCroce Rossa Italiana –  Comitato Locale di S.Severa-S.Marinella (Fabio Napolitano) – è un mondo vissuto in prima linea, dove chi vi opera è perennemente in trincea. Sono lotte, come quella contro la povertà alimentare, che si fondano sul sacrificio e sulla passione dei volontari, e sulla generosità e la sensibilità di chi dona. Per questo nella Solidarietà ancora più che in altri ambiti, l’unione può fare la forza e la collaborazione fa la differenza. Una collaborazione che, unita all’attenzione delle Istituzioni locali sta rappresentando la concretizzazione di nuove opportunità”.
 
Lo scorso 31 dicembre, grazie al silenzioso ed operoso lavoro di tanti volontari, sono arrivate a Cerveteri e a Ladispoli le derrate alimentari da distribuire alle famiglie più in difficoltà.
“Grazie alle Amministrazioni comunali di Cerveteri e di Ladispoli – spiegano Humanitas, Centro Solidarietà Cerveteri e CRI – è stato inserito nel Piano di Zona per le Politiche Sociali il nostro progetto dedicato alle azioni di lotta alla povertà alimentare. La Regione Lazio, dimostrando molta sensibilità, ha finanziato il Piano destinando ben dieci mila euro complessivi ai due Comuni per l’acquisto di prodotti alimentari e di prima necessità da distribuire alle famiglie residenti per mezzo degli Uffici dei Servizi Sociali.
A questo punto le associazioni di concerto hanno elaborato l’elenco degli alimenti e dei beni di prima necessità da destinare ai cittadini del territorio che la Croce Rossa Italianaha provveduto ad acquistare e stoccare presso il proprio magazzino. Le operazioni di carico e scarico degli alimenti, avvenute in un freddissimo 31 dicembre, hanno visto attivamente coinvolti anche la Protezione Civile di Cerveteri e dell’AS.SO.VO.CE. che ringraziamo di cuore”.
 
“Grazie a questo importantissimo progetto ed anche alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, il piano di contrasto alla povertà a favore delle famiglie di Cerveteri e Ladispoli ha avuto un significativo slancio consentendo di poter predisporre un piano di aiuti dove non mancheranno pasta, pomodoro, olio, caffè, biscotti ma anche pannolini, omogeneizzati e latte per l’infanzia ed altro destinati alle famiglie seguite dai competenti uffici comunali”.
 
“E’ per noi doveroso ringraziare tutti coloro hanno collaborato a questo risultato. Innanzitutto le Amministrazioni comunali nelle persone degli Assessori Francesca Cennerilli e Roberto Ussia, l’ex responsabile dell’Ufficio di Piano di Zona per le Politiche sociali, Mara Caporale, il Delegato alle iniziative di solidarietà del Comune di Cerveteri, Riccardo Bartolucci, e tutto il personale degli Uffici dei servizi sociali di Cerveteri e Ladispoli. L’interessamento delle Istituzioni locali al tema della povertà è importante. Quest’anno  anche  l’EXPO di Milano è dedicata alla lotta  contro lo spreco alimentare, segno che c’è finalmente un cambiamento culturale in atto. Ringraziamo  soprattutto, tutti i cittadini che  con la loro sensibilità partecipano  alle collette alimentari, dimostrando sempre  una grande generosità”.

 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com