Lista Tedesco: Acea dimentichi la stagione dei regali, a Civitavecchia dovrà investire

22 Maggio 2019
  • 35
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Regali da Enel e ora anche da Acea. Che il Movimento 5 stelle concluda la sua prima esperienza al governo della città inaugurando “parchi” e “casette dell’acqua” gentilmente offerti dai poteri forti che hanno sempre detto a parole di osteggiare, è un elemento che dovrebbe far riflettere i cittadini.
Noi una cosa vogliamo tuttavia registrarla: in queste ore quasi venti unità di Csp vengono trasferite in via definitiva ad Acea, nelle more del passaggio del servizio idrico. Il fatto è che in questo trasferimento di personale c’è un regalo che il Comune, cioè tutti noi civitavecchiesi, non può permettersi di fare: non ha ceduto ad Acea, ed Acea si è ben guardata dal farsene carico, i contenziosi aperti dai dipendenti oggetto di trasferimento. E si tratta di un contenzioso enorme (di 19 dipendenti trasferiti 12 hanno fatto causa alla società), in cui le casse comunali rischiano un salasso. Buon per Acea, buon per i dipendenti: ma è questa la maniera di difendere il bene Comune?
Chiediamo comunque agli enti coinvolti di soprassedere e di ridiscutere con la nuova Amministrazione, quella di Ernesto Tedesco, le more del passaggio dei dipendenti. E soprattutto, in senso più generale, sappia Acea che da Civitavecchia non può aspettarsi regali: ci sono investimenti importantissimi da fare ed anche con urgenza, perché l’estate è alle porte e la città non è disposta a soffrire la sete. Le donne e gli uomini della Lista Tedesco saranno lì a ricordarglielo.
Lista Tedesco




  • 35
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 35
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo