Il pignoramento del conto corrente di HCS e, forse, dello stesso Comune è un inquietante segnale che preoccupa l’intera Città e che induce a ipotizzare scenari di catastrofe finanziaria ormai alle porte.

Abbiamo cercato di capire meglio cosa stesse accadendo cercando una diretta interlocuzione con il Sindaco che, ieri, ci ha rappresentato una situazione di un pignoramento limitato ad una somma di circa 100.000 euro ma, alla luce di altre informazioni acquisite, crediamo che egli stesso abbia avuto un quadro parziale della situazione che invece sembrerebbe molto più grave con importi in discussione ben più rilevanti.

Non è il momento delle strumentalizzazioni né delle facili demagogie: chiediamo, a nome di tutti coloro che vogliono conoscere esattamente i fatti, che cosa sta realmente accadendo ai conti del Comune e a quelli delle municipalizzate, quali sono le contromisure che l’Amministrazione intende attuare e quali possibili conseguenze potrebbero derivare da un ventaglio di ipotesi che vanno dall’accoglimento dell’opposizione del Comune al pignoramento fino alla malaugurata ipotesi opposta.

Quali sarebbero gli effetti per i lavoratori delle municipalizzate, per gli stessi dipendenti comunali e quali le possibili conseguenze per i servizi che il Comune eroga quotidianamente alla cittadinanza.

In una situazione così difficile ci rendiamo disponibili per cercare insieme le contromisure possibili ad una crisi finanziaria senza precedenti che mette a repentaglio centinaia di posti di lavoro e l’attività vitale della macchina comunale.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com