“Sulle incredibili vicende dei comunali, i cinque stelle hanno gettato la maschera e svelato la loro vera identità: una giunta pasticciona che non solo elimina ma anzi crea nuovi privilegi e nuovi privilegiati”. Enrico Leopardo segretario del PD tuona così contro Cozzolino e i 5 stelle. Secondo Leopardo “I fatti parlano chiaro”. E prosegue: “Hanno tolto dalle busta paga 60/80 euro lorde al mese per darne dalle 30 mila alle 50 mila l’anno a dirigenti che già ne prendono 80/100 mila”. “La trasparenza? Neanche a parlarne” mette in evidenza Leopardo, facendo notare che per i dirigenti assunti da Cozzolino sul sito ufficiale non viene resa nota una sola cifra anche se la legge prevede la pubblicazione dei compensi. Tutto segreto, tutto riservato. Quindi anche lì figli e figliastri. Dirigenti di serie A ai quali assegnare tanti obiettivi “strategici” ed in prospettiva tanti bonus e dirigenti di serie B con pochi obiettivi (e pochi bonus). Ma il “j’accuse” del segretario democrat non si ferma qua e denuncia: “Dopo aver premiato i dirigenti, la giunta ha decretato una cinquantina di trasferimenti ad personam. Ha trasferito morti e pensionati – nota Leopardo con ironia – e naturalmente “punito” chi non si era dimostrato amico in campagna elettorale”. “In questo gran caos, il bel risultato – conclude Enrico Leopardo – è che i Comunali hanno dichiarato un’intera giornata di sciopero e non accadeva dal 2007. Per questo – ricorda il segretario – il gruppo consiliare PD ha presentato una Mozione urgente sull’argomento e tutto il partito si ritiene mobilitato a fianco dei comunali” Incontrando i sindacati, mercoledì sera, la segreteria del PD ha manifestato piena solidarietà alla categoria e raccomandato particolare cura ed attenzione nel comunicare all’utenza le modalità di svolgimento dello sciopero una volta definite.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com