LAZIO, GIANNINI (LEGA): INDEGNO LASCIARE DIALIZZATI SENZA TERAPIE PER ASSENZA DI MEZZI DI TRASPORTO

1 Febbraio 2022

“Il grido disperato lanciato in queste ore dai pazienti dializzati, che segnalano l’assenza di mezzi di trasporto indispensabili per raggiungere le strutture ospedaliere presso le quali effettuano le terapie, ha raggiunto livelli intollerabili per un paese civile. I soggetti affetti da patologie croniche, hanno chiesto invano alle istituzioni la disponibilità di veicoli che li accompagnassero a curarsi”. È quanto dichiara Daniele Giannini, consigliere regionale della Lega, membro della Commissione Sanità. “La carenza dei mezzi – prosegue – non è dovuta soltanto ai contagi da Covid che hanno colpito il personale addetto al servizio, ma è soprattutto riconducibile agli inaccettabili ritardi con i quali le Asl Roma 1, 5 e 6 nonché quella di Latina, erogano le risorse alle ditte che trasportano i degenti per prestazioni già compiute. Prive di liquidità, le imprese sono perfino impossibilitate a rifornire di carburante i mezzi che, infatti, rimangono fermi. Come se non bastasse i focolai divampati negli ospedali, hanno comportato la chiusura dei reparti dedicati, con i dializzati costretti a proseguire le terapie in presidi privati dove sarebbe stata ridotta la durata del trattamento. Confido – conclude Giannini – in un intervento risolutore dell’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, affinché sia ripristinato il servizio di trasporto e sia restituita la dignità ai pazienti dializzati garantendo loro il diritto alle cure primarie”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com