cgilroma

Il mondo del lavoro e i pensionati di Civitavecchia sono stati parte, questa mattina, dell’imponente manifestazione nazionale, promossa da CGIL CISL UIL, segnata da due cortei che hanno invaso le strade di Roma, portando in piazza tutte le categorie dei lavoratori, i giovani, le donne, gli anziani giunti da tutte le parti d’Italia.

Dal palco, nei comizi conclusivi a Piazza S. Giovanni, i Segretari Generali delle tre confederazioni hanno sottolineato come “il Paese non più aspettare, non è più il tempo di promesse ed annunci” perché “le imprese continuano a chiudere e cresce il numero di disoccupati e cassintegrati.”

“Per il lavoro bisogna avere il coraggio di decidere ora e non fra qualche mese, quando potrebbe essere troppo tardi!”

“E’ questo l’imperativo per il Paese. E’ questa l’impellente necessità per il comprensorio di Civitavecchia – spiega il segretario locale della Cgil Cesare Caiazza –  dove, coerentemente con il comunicato stampa unitario licenziato ieri, CGIL CISL UIL territoriali pretendono l’apertura di tavoli straordinari di confronto – in molti ambiti e a tanti livelli – per valorizzare le enormi opportunità e potenzialità del territorio in un’ottica di sviluppo, di rilancio economico; per il lavoro”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com