Riceviamo e pubblichiamo da Sabrina De Paolis, Presidente Codacons Lazio
 
“Apprendiamo con incredulità e disappunto le dichiarazioni dell’ Ugl riguardo all’incontro avvenuto di recente col Sindaco durante il quale il sindacato ha invitato il primo cittadino a stipulare nuove convenzioni con Tirreno Power e Porto, volte a barattare la salute pubblica con cospicui versamenti nelle casse comunali. Se la responsabile locale Attig ritiene di avere un piano strategico che risolva tutti i problemi occupazionali della città, le auguriamo di ottenere al più presto il tavolo Istituzionale che richiede pressantemente al primo cittadino, seduta al quale, ci auguriamo, possa tirare fuori la bacchetta magica e trovare un’occupazione ai giovani e ai tanti disoccupati della città. Anche perchè è sicuramente degno di lode il fatto che difenda posti di lavoro che purtroppo, al momento, esistono solo nella sua mente. La invitiamo, invece, ad astenersi dal perorare cause che non le competono “invitando” il Sindaco a stipulare altre convenzioni con Tirreno Power e Porto: i cittadini non ci stanno più a svendere la salute dopo decenni di vassallaggio ai colossi energetici. La informiamo che il Codacons, insieme ai Medici per l’Ambiente, ai tanti Comitati ambientali del territorio, nonchè a una vastissima opinione pubblica,  si oppongono fortemente alla monetizzazione della salute derivante dalla compensazione economica con la quale il Sindaco ha barattato il vergognoso rinnovo dell’Aia che comprometterà la salute dei cittadini per le future generazioni. E la pensano come la stragrande maggioranza della cittadinanza anche forze politiche come SEL e M5S che si sono espresse in tal senso. E’ per questo che lottiamo da anni e ora abbiamo fatto ricorso davanti al TAR per annullare disastrosa Aia (al quale i cittadini possono ancora aderire entro il 14 luglio dal sito (www.codacons.it) con la quale il Sindaco ha svenduto la nostra salute. La salvaguardia della salute e dell’ambiente non deve essere compensata economicamente, ma perseguita attraverso l’attuazione delle Migliori Tecniche Disponibili (non osservate nell’Aia e che stiamo monitorando su Tirreno Power). 
Riteniamo che debbano essere messe in campo -e l’eccellenza che stà attuando in tal senso l’Autorità Portuale, che monitoriamo costantemente, dovrebbe fare scuola- tutte le tecncologie e le misure volte a perseguire il risparmio energetico e la tutela dell’ambiente al meglio compatibili con lo sviluppo industriale ed occupazionale.
Purtroppo il Sindaco ha già più volte dichiarato l’intenzione di venire a patti anche con Tirreno Power ed incassare risorse per ripianare il bilancio comunale. Riteniamo allora, che una semplice sindacalista debba portare sul tavolo del Sindaco le istanze dei lavoratori, e non sconfinare in argomenti che non le competono, già intavolate da chi da decenni, come il Codacons ed altri Comitati, si occupa -e a pieno titolo- di queste emergenze, anche intervenendo con azioni giudiziarie.
Dovrebbe sapere, la Attig,  Sindaco Tidei è bravissimo da solo a monetizzare la salute dei cittadini “facendo cassa”, e non ha certo bisogno dell'”assist” di una sindacalista che gli “suggerisca” come rimpinguare le casse comunali”.
image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com