Lavori Tirrenica, Podda continua la protesta

20 Dicembre 2013

In mutande grazie a Sat. È lo slogan della clamorosa protesta messa in atto nella tarda mattinata di ieri da Bernardo Podda, uno dei due fratelli proprietari del chiosco di formaggi sull’Aurelia, nel territorio di Tarquinia, demolito martedì scorso per lasciare spazio ai lavori per l’autostrada Tirrenica. Bernardo Podda, che insieme al fratello Patrizio aveva cercato invano di impedire la demolizione del chiosco già martedì incatenandosi alla struttura, ieri mattina ha deciso di manifestare tutto il suo dissenso con una particolare protesta.  L’imprenditore ha marciato in mutande e sotto la pioggia per alcuni chilometri, partendo proprio dal luogo in cui sorgeva il suo chiosco di formaggi. Sulla schiena di Podda, che nel corso della sua camminata ha ricevuto l’incoraggiamento di alcuni automobilisti, la scritta “Grazie Sat” (Società Autostrada Tirrenica, l’azienda che si sta occupando della realizzazione dell’autostrada, ndr). “L’autostrada che sta realizzando la Sat – fa sapere Bernardo Podda – è un’opera devastante ed inutile, che inoltre costringe le aziende a chiudere senza ottenere risarcimenti”. L’imprenditore annuncia che la sua protesta non si ferma qui, mentre dalla Lista Civica Per il Bene di Tarquinia, che da tempo si batte contro la costruzione dell’autostrada, fanno sapere di essere pronti ad appoggiare nuove, clamorose, manifestazioni.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com