Ladispoli. Torre Flavia acquisita al patrimonio comunale

21 Novembre 2013

“Torre Flavia da oggi fa parte del patrimonio comunale di Ladispoli”. Con queste parole il sindaco Crescenzo Paliotta ha annunciato di aver firmato l’atto di cessione gratuita dell’antica torre medioevale, simbolo della città balneare, che così passa dall’Agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’agricoltura del Lazio al comune di Ladispoli. con il direttore generale dell’Arsial. Alla cerimonia erano presenti il commissario straordinario dell’Arsial Antonio Rosati, il direttore generale Carlo Gabrielli e la Soprintendente di zona della Sbaem Rossella Zaccagnini. Ci siamo battuti per anni – ha proseguito Paliotta – per acquisire questo monumento che per la nostra città ha un valore non solo storico ma soprattutto affettivo. Se da una parte siamo soddisfatti dall’altra siamo consapevoli che non è più possibile perdere tempo perché è indispensabile fare di tutto per salvare Torre Flavia. Le condizioni in cui versa sono sotto gli occhi di tutti ma finora, poiché non era di nostra proprietà non potevamo chiedere finanziamenti, per poterla ristrutturare. Ora il Comune potrà attivare tutti i necessari finanziamenti pubblici per metterla in sicurezza. Alla fine del 2010 abbiamo presentato un progetto che ha già avuto il via libera della Soprintendenza all’Etruria Meridionale per il restauro storico di Torre Flavia”. Il progetto è stato realizzato dall’architetto Enza Evangelista e prevede il consolidamento statico dell’intera struttura. Più in particolare si tratta di un restauro storico, cioè di una ricostruzione fedele ti tutta la torre utilizzando materiali d’epoca. All’interno del monumento è previsto inoltre un percorso museale. Insieme a Torre Flavia sono entrate a far parte del patrimonio comunale anche le scuole elementari di via delle Casermette, in località Boietto e la corte del Castellaccio dei Monteroni.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com