In occasione della programmazione   dell’estate 2013 a Ladispoli il delegato alle politiche giovanili, Stefano   Fierli, ha voluto incontrare il Consiglio dei giovani e la Consulta delle   politiche giovanili due organi importanti per la comunità giovanile.   “L’incontro – ha detto Fierli – è stato volto al fine di poter recepire idee,   proposte, suggerimenti e progetti da poter porre all’attenzione   dell’amministrazione comunale. L’estate sinonimo di divertimento in una città   come Ladispoli deve essere rivolta in particolare modo verso i giovani che   molte delle volte vanno via dalla nostra città in cerca di spazi di   divertimento. L’Amministrazione comunale ascoltando gli stessi giovani può   sicuramente dare risposte per una una programmazione estiva che possa   coinvolgere sempre di più i giovani”. “Mi   ritengo molto soddisfatto – ha detto il coordinatore della consulta Mirko   Fanelli – del lavoro svolto durante l’ultima riunione della consulta. Siamo   tutti consapevoli di quanto l’organizzazione della stagione estiva sia di   fondamentale importanza per una realtà turistica come la nostra, di   conseguenza sono convinto che quest’ultima non possa prescindere dal giudizio   e dall’iniziativa delle associazioni giovanili presenti sul territorio.   Incontri come questo rappresentano un ottimo esempio di sinergia con   l’amministrazione comunale e mi auspico che diventino una prassi comune. Colgo   l’occasione per invitare tutte le associazioni interessate a mettersi in   contatto con la consulta o con il sottoscritto: ci vien data un’importante   occasione, vediamo di non  sprecarla”. “Abbiamo   accolto con favore l’iniziativa dell’Amministrazione – ha detto il presidente   del Consiglio comunale dei giovani Matteo Forte – di consultare le realtà   giovanili della città. Durante l’incontro abbiamo espresso il nostro punto di   vista su vari aspetti della programmazione estiva, speriamo che i nostri   consigli vengano recepiti e che per le prossime volte incontri come questo si   riescano ad organizzare con più anticipo. Comunque è stato un buon primo  passo”. “Gli   incontri che sono stati fatti – ha concluso il delegato alle politiche   giovanili, Stefano Fierli – sono necessari per far si che ogni iniziativa   possa essere a misura di giovane. I giovani vanno coinvolti perché da essi   possiamo sicuramente trovare soluzioni nonché consigli di vera importanza. Da   questi incontri avremo un resoconto da poter presentare all’Amministrazione al   fine di poter esaudire le proposte e prendere spunto per migliorare la   programmazione estiva. Questi incontri saranno un passaggio obbligato per ogni   iniziativa che possa dare spazio alla comunità giovanile della nostra città”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com