L’Amministrazione   comunale di Ladispoli rende noto che entro il 17 giugno 2013 deve essere   versata la prima rata Imu per le seguenti tipologie di immobili: prima casa di   lusso (Categoria catastale A/1, A/8 e A/9), seconda casa, negozi, box auto e   cantine che non costituiscono pertinenze dell’abitazione principale,   capannoni, alberghi ed impianti industriali. Sono tenuti a   pagare l’acconto Imu di giugno 2013 le seguenti categorie di contribuenti:   proprietari di immobili; titolari di diritti reali di usufrutto, uso,   abitazione, enfiteusi e superficie, concessionari in caso di concessione di   aree demaniali, locatari in caso di leasing. Con il decreto legge 54 del 21   maggio 2013, è stata disposta la sospensione del pagamento dell’acconto Imu   per le seguenti categorie di immobili: prima casa (non di lusso) e relative   pertinenze; unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a   proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari, e   relative pertinenze; alloggi assegnati dagli Iacp o dagli enti di edilizia   residenziale pubblica; terreni agricoli e fabbricati rurali strumentali. Il   pagamento della prima rata Imu 2013 è inoltre sospeso per l’abitazione   assegnata al coniuge in sede di separazione legale. Non devono versare   l’acconto Imu ne gli anziani ne i disabili ricoverati e residenti negli   istituti di cura nonché i cittadini italiani non residenti nel territorio   dello Stato proprietari o usufruttuari di immobili siti nel territorio purché,   in entrambi i casi, gli stessi non siano affittati. Per gli immobili oggetto   della sospensione, il pagamento della prima rata Imu è rinviato fino al 16   Settembre. Se, entro il 31/08/2013, il Governo e Parlamento non avranno   riformato il regime di tassazione immobiliare, l’acconto Imu 2013 dovrà essere   versato entro il 16/09/2013 secondo la normativa vigente. “Si ricorda – ha   detto il delegato al bilancio, Giovanni Crimaldi – che per il pagamento Imu   sulle seconde case il codice del tributo è il 3918. La percentuale   dell’aliquota che precedentemente veniva versata allo Stato è stata eliminata   ed il codice era il 3919. Per cui ricordiamo a tutti i cittadini nella   compilazione del modulo F24 di inserire solo il codice tributo   3918”. L’aliquota Imu per   le seconde case a Ladispoli è il 10,60 per mille.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com