Il Consiglio comunale di Ladispoli al fianco del Codacons, che ha avviato una petizione popolare, per chiedere l’apertura di un nuovo ufficio postale al quartiere Cerreto. La massima assise popolare, infatti, ha approvato la mozione presentata dal capogruppo del Gruppo Ladispoli Città, Gabriele Fargnoli, nella quale si impegna ad avanzare una richiesta ufficiale a Poste italiane per valutare la possibilità di aprire un nuovo Ufficio postale nella città balneare.

“Ladispoli – ha detto Fargnoli – è una città in costante crescita e necessita di servizi pubblici in grado di soddisfare le esigenze degli utenti. Da tempo si è manifestata la necessità di istituire un altro servizio postale a Ladispoli in modo da rendere meno difficoltoso, da parte degli utenti, l’accesso ai servizi offerti da Poste italiane. Gli uffici presenti in città fanno registrare un consistente numero di operazioni che costringono spesso gli utenti a lunghe code, a perdita di tempo e ad enormi disagi dimostrando, quindi, di essere insufficienti per il bacino di utenza della nostra città. In altre realtà Poste italiane, di fronte a richieste analoghe, ha provveduto a potenziare l’offerta di servizi con l’apertura di nuovi uffici. In alcuni casi si avvalsa anche della possibilità dell’apertura, per alcuni giorni a settimana, di un ufficio distaccato permettendo con questa soluzione di offrire ulteriori servizi a costi contenuti”.

Nel frattempo in questi giorni il direttore della filiale dell’Ufficio postale di via Sironi ha comunicato la chiusura pomeridiana dal 12 al 23 agosto.

“L’amministrazione comunale – ha scritto il sindaco di Ladispoli, Crescenzo Paliotta, in una lettera inviata ad Anci Lazio – esprime parere sfavorevole alla riduzione dell’orario di apertura nei mesi estivi dell’Ufficio postale di via Sironi. Ladispoli, come si evince dalla delibera di Giunta regionale 288 del 8 marzo 2002 è annoverata tra i comuni della provincia di Roma a prevalente economica turistica. La riduzione dell’orario di apertura dell’Ufficio postale creerebbe disservizio non solo alla città, che vede aumentare il numero dei propri residenti nel periodo estivo da 42.000 a 100.000, ma anche nei comuni limitrofi che fanno riferimento all’Ufficio postale di Ladispoli, unico nella zona a garantire l’apertura anche pomeridiana”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com