D’AMATO: “L’OSPEDALE DI COMUNITA’ SORGERA’ IN POSIZIONE STRATEGICA E SAPRA’ DARE RISPOSTE AI BISOGNI DEL TERRITORIO.

L’Ospedale di Comunità sorgerà in un’area, messa a disposizione dal Comune, adiacente all’attuale Casa di Comunità. “Con l’Ospedale di Comunità, posto in posizione strategica e di continuità con l’attuale struttura sanitaria, si vuole dar vita ad un polo che sia in grado di dare risposte ai bisogni di assistenza e cura della comunità del territorio” ha dichiarato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato presente questa mattina al passaggio di consegne, tra il Comune di Ladispoli e la Asl Roma 4, relativo al terreno sul quale verrà edificato l’Ospedale di Comunità, per il quale è previsto un investimento di 2,4 milioni di euro. Presenti il sindaco di Ladispoli, Alessandro Grando, e il direttore generale della Asl Roma 4, Cristina Matranga per la consegna dell’area, passaggio necessario per avviare l’iter di realizzazione dell’opera. Gli Ospedali di Comunità, così come previsti dal PNRR, saranno strutture sanitarie di passaggio tra l’ospedale tradizionale e il domicilio dell’utente e accoglieranno quei pazienti non critici che non hanno necessità di ricovero ma le cui condizioni non permettono di essere seguiti nel proprio domicilio. Nel territorio della Roma 4 ne sono previsti quattro.

“La medicina territoriale si può realizzare solo con il supporto delle istituzioni territoriali e l’accordo raggiunto con il Comune di Ladispoli ne è un esempio. Prendiamo in consegna questo terreno per edificare un Ospedale di Comunità fondamentale per questo territorio e che sarà dedicato alla cura di quei pazienti che necessitano di interventi sanitari a bassa intensità con assistenza e sorveglianza sanitaria infermieristica. Una struttura che avvicinerà ulteriormente il cittadino alla sanità pubblica. Una sanità equa, accessibile, di prossimità” ha dichiarato il direttore generale della Asl Roma4 Cristina Matranga.

Soddisfatto si è detto anche il sindaco di Ladispoli Alessandro Grando che ha parlato di posa simbolica della prima pietra della nuova sanità del territorio. “Abbiamo posato la prima simbolica pietra dell’Ospedale di Comunità che sarà costruito nell’area attigua alla Casa della salute sulla via Aurelia. Per arrivare a questo risultato per l’assistenza sanitaria nella nostra città, l’Amministrazione comunale ha messo a disposizione della Regione Lazio e della Asl Rm4 il terreno su cui sarà realizzato il presidio sanitario. L’Ospedale di Comunità di Ladispoli sarà intitolato alla memoria del dottor Furio Civitella, storico medico del territorio”.

Per il territorio di Ladispoli non è l’unico intervento previsto. Infatti, grazie ai fondi messi a disposizione dal PNRR, sono previsti 1,2 milioni di euro per la riqualificazione della Casa della Comunità.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com