stefania camilletti

“L’ABC” di Stefania Cammilletti

27 Maggio 2017
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“In seguito alla piccola grande rivoluzione che è avvenuta nella politica allumierasca, che ha coinvolto anche me, mi sono chiesta se fosse giusto, ormai, ritirarsi a vita privata o continuare a contribuire al cambiamento che investe il paese. Stavo quasi per scegliere la prima opzione, ma il gruppo di splendide persone che mi onoro oggi di guidare, uomini e donne che hanno fatto delle loro diversità un punto di forza, e le altrettanto belle persone che collaborano assiduamente con noi, mi hanno chiesto di essere il loro rappresentante per ambire al governo di questo paese in una maniera così pulita, onesta e genuina che era impossibile non ascoltare quella voce dentro che mi diceva “Ma cosa aspetti? Vuoi avere rimpianti?”. E così ho fatto, ho deciso di
mettermi a disposizione di questa squadra determinata e decisa, insieme abbiamo delineato i punti fondamentali del programma, con il “Cantiere delle Idee” abbiamo coinvolto la popolazione per stenderlo e, sulla base di quelle proposte, oggi mi trovo a chiedere ad Allumiere, al mio paese e alla mia gente, di darmi fiducia e scegliermi come loro sindaco.
Lo dico spesso, senza il gruppo coeso che compone la mia lista io non sarei niente, un uomo (o in questo  caso una donna) solo
al comando non è niente. Noi siamo un gruppo forte ed entusiasta, preparato ed esperto ed è giusto che, oltre al candidato sindaco, si presenti ognuno di loro”.

Stefania Camiletti, candidato sindaco di Allumiere.

 


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo