PalaEnel

La SNC Civitavecchia ribatte alle dichiarazioni del Lavagna ’90

10 Giugno 2014

Dal CdA della Snc Enel Civitavecchia, riceviamo e pubblichiamo.

“Forse il signor Marco Risso  ed i dirigenti del Lavagna Pallanuoto hanno visto un’altra partita… Ciò che si è visto sabato sera al PalaGalli è stato bello per quanto riguarda la pallanuoto giocata, ma decisamente meno per il comportamento e l’atteggiamento di alcuni elementi. Perchè il signor Risso non dice che ha trascorso l’intera partita a protestare nei confronti degli arbitri, ignorando la linea dei due metri dei cinque metri etc etc, disinteressandosi completamente da ciò che accadeva in vasca? Perchè lo staff del Lavagna continua ad accusare di violenza l’Snc Civitavecchia, quando nessuno, tantomeno i due arbitri, hanno notato il fantomatico calcio che sarebbe stato dato da un dirigente civitavecchiese al numero 5 (Stefano Giusti)? Dalle riprese si vede un dirigente che blocca Giusti in preda ai fumi di un atto di violenza scandaloso. Perchè lo staff del Lavagna non dice che qualche il numero 5 ha proferito: “tanto Ti aspetto a Lavagna e ti ammazzo” (la circostanza si può tranquillamente confermare) e subito dopo tentava di colpire il presidente della Snc D’Ottavio, non solo lo ha insultato ed aggredito il presidente rossoceleste, facendo di tutto per alzare i toni della serata e fare in modo che si potesse scatenare una rissa? Perchè il Lavagna non dice che il numero 3 (Emanuele Governari, tra l’altro direttore sportivo) ha fatto ciò che voleva, fin quando non è stato espulso dalla panchina? Perchè il numero 12, nonostante avesse appena segnato, ha insultato pesantemente giocatori, dirigenti e tifosi del Civitavecchia, senza un motivo valido e con la sola intenzione di scatenare una bagarre, tanto da essere stato espulso immediatamente dai direttori di gara? Perchè il signor Risso se ne esce con questi comunicati, dove infanga l’Snc Civitavecchia, lanciando accuse di vario tipo, prevenute nei confronti della società e della squadra rossoceleste, e non menziona ciò che hanno fatto i suoi giocatori e i suoi dirigenti, facendoli passare per degli angioletti? Questa società rappresenta, stanca di queste “chiacchiere” da bar, che il comportamento in questa stagione e’ stato impeccabile da parte della squadra, della società, dei propri dirigenti e dei propri tifosi. Non solo, nella passata stagione la Canottieri Napoli ha vinto al palaGalli ed e’ uscita tra gli applausi dei tifosi del Civitavecchia ed i complimenti di giocatori e dirigenti rossocelesti. Si vuole, forse, creare tensione per condizionare anche la partita di mercoledì? D’altra parte il comportamento del Lavagna è stato quello sin dalla prima partita. Sicuri di aver chiarito i fatti, riservandoci ogni tutela in sede federale, il nostro pensiero è rivolto agli atleti affinché, con sano spirito sportivo, possano dimostrare di poter giocare a pallanuoto e non scatenare risse a bordo vasca. L’ Snc Civitavecchia è una società corretta e rispettosa del codice etico del “fair play”che però ora si è stancata di subire passivamente queste accuse e con ciò si riserva il diritto di mantenere il suo buon nome e prestigio nelle sedi federali, nonché giuridiche competenti nei confronti di tutti coloro che pubblicheranno messaggi diffamatori…

Si rappresenta sin d’ora che non ci saranno repliche ma soltanto atti ufficiali.”

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com