snc prima

La Snc cade nella trappola degli ex

23 Febbraio 2013

LA SNC Enel cade nella trappola degli ex in quel di Anzio e perde il primato nel girone sud dell’A2 di pallanuoto proprio nel giorno che sembrava propizio per la fuga. I rossocelesti sono stati beffati 11-8 con i padroni di casa trascinati dagli ex con Daniele Lisi a segno sei volte (è anche il capocannoniere del raggruppamento) ed i fratelli Marco e Andrea Castello in grande evidenza, con un gol a testa e anche giocate importanti insieme al portiere Bruno Antonino. La classica partita storta, iniziata male e finita peggio con la squadra di Zimonjic, che in avvio ha sprecato diverse occasioni per incamerare vantaggio e poi ha visto cambiare l’inerzia del match e si è ritrovata ad inseguire senza poter contare su Alessandro Calcaterra (ancora fermo ai box) e con una difesa troppo spesso distratta e molle sull’Anzio. Anzio, che ora si rifà anche sotto in classifica e comincia a crederci come dichiara ai microfoni di Idearadio Daniele Lisi, particolarmente felice per lo sbambetto alla sua ex squadra: “Eravamo partiti con altre ambizioni – dice – ma è chiaro che dopo questa vittoria, contro la squadra più forte del girone, possiamo cominciare a pensare a qualcosa in più”. In effetti ora l’Anzio si porta a ridosso del quartetto di testa, che si è scambiato nuovamente le posizioni al termine di questa sesta giornata. La Canottieri Napoli, che il prossimo sabato sarà al PalaGalli, ha vinto lo scontro diretto con la Vis Nova 9-8 ed ha riconquistato il primato, che però deve dividere con il Nuoto Catania (sul velluto 15-10 sulla Roma 2007). La Snc è scivolata dunque al terzo posto insieme alla Vis Nova. “L’assenza di Alessandro (Calcaterra, ndc) – afferma il capitano della Snc Loris Foschi – ha condizionato il nostro gioco ed in una partita maschia come quella, un giocatore del suo carisma ci avrebbe fatto comodo. Però non cerchiamo alibi. Non abbiamo giocato come sappiamo e dobbiamo recitare il mea culpa. Sabato arriva la Canottieri e con l’aiuto del nostro pubblico sapremo rifarci”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com