La Carmine Ianniello Servizi Sanitari, rafforza l’impegno per migliorare l’assistenza e la qualità di vita degli assisistiti e loro familiari

6 Giugno 2022

Nasce la collaborazione Parteneship con Onori Assicurazioni gruppo ALLIANZ Siglato l’accordo che ha come obiettivo la promozione di modelli assistenziali adeguati, per garantire un’efficace continuità di cura domiciliare per gli assistiti e loro familiari. Ad annunciarlo sono Carmine Ianniello della Carmine ianniello servizi sanitari e Onori assicurazione gruppo ALLIANZ.

In questa logica nasce la collaborazione con ONORI ASSOCIAZIONI GRUPPO ALLIANZ, da oggi si può contare, dunque, su una vera e propria collaborazione, che come più volte detto mette al centro gli assistiti e loro familiari. “Questa iniziativa si inserisce nel solco dell’impegno e attenzione della Carmine ianniello servizi sanitari e Onori Assicurazioni gruppo ALLIANZ, nel migliorare la vita dei pazienti e contribuire a offrire soluzioni sempre più all’avanguardia e adatte a rispondere ai bisogni specifici. “La partnership tra Carmine Ianniello Servizi Sanitari e Onori Assicurazioni gruppo ALLIANZ irrobustisce i servizi di assistenza. Nasce così la nuova assistenza “ASSISTO A 360°” questa nuova assistenza risponde ai bisogni assistenziali sanitari e socio sanitari degli assistiti a domicilio e al tempo stesso si pensa ai familiari, attivandogli una copertura assicurativa, dove la prima annualità è offerta direttamente dalla Carmine ianniello servizi sanitari LONG TERM CARE” (LCT), la quale è un’assicurazione che copre le spese derivanti dall’impossibilità di svolgere autonomamente le normali funzioni della vita quotidiana. A tale decisione ci si è giunti dopo una lunga serie di ricerche ed analisi di dati ufficiali anche dati Inps e ISTAT. “Futuro della popolazione: meno residenti, più anziani, famiglie più piccole.

Le previsioni sul futuro demografico in Italia restituiscono un potenziale quadro di crisi. La popolazione residente è in decrescita: da 59,6 milioni al 1° gennaio 2020 a 58 mln nel 2030, a 54,1 mln nel 2050 e a 47,6 mln nel 2070.

Il rapporto tra giovani e anziani sarà di 1 a 3 nel 2050 mentre la popolazione in età lavorativa scenderà in 30 anni dal 63,8% al 53,3% del totale.

La crisi demografica sul territorio: entro 10 anni l’81% dei Comuni avrà subito un calo di popolazione, l’87% nel caso di Comuni di zone rurali.

Previsto in crescita il numero di famiglie ma con un numero medio di componenti sempre più piccolo. Meno coppie con figli, più coppie senza: entro il 2040 una famiglia su quattro sarà composta da una coppia con figli, più di una su cinque senza figli.

Ciò a significare che saremo un paese molto longevo, con tutte le conseguenze del caso e con una buona dose di certezza riguardante purtroppo la non autonomia e, stando ai costi per curarsi, alle pensioni che percepiremo, ai costi necessari per rivolgersi a strutture (RSA) E non per ultimo il dover mettere mano ad eventuali risparmi di tutta una vita. Tutto ciò ci ha portato alla decisione di prevenire è sempre meglio che curare, anche perché non sappiamo cosa ci aspetta domani. Questo è molte altre iniziative verranno messe in atto dalla Carmine Ianniello Servizi Sanitari, tipo lo spazio “DIVERSAMENTE GIOVANI” uno spazio interamente dedicato ai centri anziani e circoli del quale ne parleremo in seguito.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com