puccivirginia

La civitavecchiese Virginia Pucci è la Campionessa del Mondo di karate.

Questo è il responso emerso durante il Campionato Mondiale IKU riservato alla classe di età “Senior e Veterans” che si è tenuto nei giorni 6/7/8/9 giugno a Portoroz/Slovenia.

Nella ridente località turistica istriana, sono convenuti da tutto il mondo oltre 400 cinture nere che, divisi nelle varie specialità, hanno dato vita ad un bellissimo ed “acceso” campionato.

Molto alto il livello tecnico espresso da tutti gli atleti partecipanti soprattutto delle formazioni del Brasile, Serbia, Inghilterra, Russia, Romania e naturalmente dei nostri “azzurri” .

Agguerritissimi tutti gli atleti nelle varie pool che non lasciavano spazio a competitori”cuscinetto”, soprattutto nella classe “regina” dei “Senior” (18/35 anni) .

Virginia Pucci , capitano della nazionale FIK, ed atleta di grande esperienza internazionale , ha centrato con caparbietà la medaglia d’oro nella categoria di kumite (combattimento) più difficile; quella dei pesi massimi . Ad accrescere questo titolo già di per se prestigioso , l’onore di aver conquistato l’unica medaglia d’oro dell’intera formazione italiana , nel combattimento “seniores”.

Dopo aver superato le selezioni eliminatorie avendo battuto,tra l’altro , la brasiliana campionessa panamericana Gomes da Silva con un “sofferto” 3/2 ai tempi supplementari , l’ alfiere della MEIJI KAN affrontava in finale di pool l’inglese Carroll Shauna , campionessa d’Europa in carica battendola con un secco 5/2.

Si aprivano per lei le porte della finalissima per il titolo iridato “Seniores” + 60 kg. , un titolo sempre sfiorato ma che , varie volte , le era “sfuggito” per un soffio.

Ad aspettarla , c’era la bravissima brasiliana Bianca Mafra, campionessa del Mondo in carica contro la quale Virginia aveva perso due anni fa al mondiale di Lignano (WUKF 2011).

“Questa volta non potevo perdere – dichiara ancora emozionata la Pucci – ero troppo determinata ad “agguantare” quel titolo che più di una volta mi era sfuggito ; mi ero stancata di essere sempre l’eterna seconda o terza.”

La finale è stata bellissima , in un misto di tecnica pura e di tattica , con scambi “molto duri” da entrambi le parti ; nessuna delle due brave atlete voleva cedere ma alla fine Virginia, sul punteggio di due pari, ha sfoderato uno stupendo calcio al volto che le fruttava due punti(IPPON) tra il tripudio dei suoi numerosi compagni di squadra che facevano un tifo da “stadio” contro la “torsida” dei verde/oro .

A nulla è valso il recupero della Mafra che piazzava un punto allo scadere del tempo: sul punteggio di 4/3 Virginia coronava il suo sogno di karateka. Campione del Mondo.

“E’ stata una sensazione bellissima – conclude Virginia- che penso sia il massimo per una atleta del karate visto che, purtroppo, una medaglia olimpica nel mio sport nessuno potrà ottenerla , dato che il karate non è inserito ai Giochi”.

Ma le soddisfazioni per gli “azzurri” della MEIJI KAN non erano finite qui ; nel kata (forme) “Veterans” (36- 45 anni) Daniela Ceselli otteneva un ottimo bronzo al pari del marito , Giuseppe Lanza nei maschi . Il giovanissimo Simone Stefanini, schierato nella prova a squadre si classificava al secondo posto mentre Virginia, impiegata anche nella gara a squadre, conquistava un’altra medaglia , questa volta di argento , perdendo in finale contro l’agguerrita Inghilterra.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com