incidente san liborio faro

L’autista del compattatore di Città Pulita che si è scontrato con la moto guidata da Eugenio Forno è indagato per omicidio coloposo. Un atto dovuto, l’iscrizione nel registro degli indagati in quanto i famigliari della vittima vogliono chiarezza su quanto accaduto e per questo hanno incaricato gli avvocati Davide Capitani e Leonardo Roscioni.

Esclusa l’autopsia dal sostituto PM D’Amore datop che le cause del decesso sono chiare: il decesso è avvenuto come conseguenza all’impatto del motociclista con il mezzo di Città Pulita. La società per la raccolta dei rifiuti  ha espresso alla famiglia Forno il proprio cordoglio. Condoglianze accompagnate dalla solidarietà nei confronti dell’autista del compattatore.  Il 12 febbraio invece sarà fatta una perizia per fare chiarezza sulla dinamica dell’incidente. Altro aspetto su cui i familiari di Eugenio Forno vogliono chiarimenti è la particolare fascia oraria in cui il mezzo di Città Pulita si trovava nella zona. I legali sottolineano che l’incidente è avvenuto nell’orario dell’uscita degli studenti dalla vicina scuola di via Don Milani.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com