pasquino

Il sonetto di Pasquino: “L’incompetenza ar potere”

18 Dicembre 2015
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’incompetenza ar potere

Quanno che manni a governà la gente
Che nun sapevi manco ch’esisteva
E che in città nessuno conosceva,
Bisogna che te metti er sarvaggente.

Perché nun solo nun risorve gnente
Ma chi prima la faccia nasconneva
Perché un po’ de ritegno cell’aveva
Cor potere se sente assai potente.

Ce stanno l’assessori e i delegati
Che nun li manneresti in giro soli:
E invece stanno tutti assai esartati

Senza capì che so’ sbajjati i ruoli:
Mejjo sarebbe fossero mannati
Ne le campagne a fa’ li campagnoli.

Pasquino dell’OC

 


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!

  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo