BIRRA - EDILMARK

Ancora false dichiarazioni pubblicate sulla stampa locale gettano nel ridicolo la Città di Cerveteri e l’Amministrazione comunale. A chiedere la smentita è la Presidentessa del Centro Anziani di Cerveteri, la sig.ra Elisa Canfora: “Nego categoricamente che io abbia rilasciato le dichiarazioni apparse sul Messaggero di sabato 27 luglio – ha detto la Presidentessa – e smentisco il contenuto dell’articolo che non corrisponde minimamente al mio pensiero né a quello degli altri iscritti al Centro. Ritengo invece apprezzabile l’impegno del Delegato Claudio Pasquini, incaricato dal Sindaco alle Politiche della Terza Età, persona sempre disponibile e presente. È positivo che si sia deciso di mettere a disposizione degli iscritti ai Centri Anziani di Cerveteri una piccola riduzione sui biglietti degli spettacoli con l’intento di favorire la partecipazione all’Etruria Eco Festival anche alla nostra generazione. È un’iniziativa simbolica, un buon inizio, ma che accogliamo con favore anche perché in questo modo si contribuisce a rendere gli anziani partecipi della vita culturale delle Città”.
Sull’accaduto vuole fare chiarezza il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci. “Abbiamo letto – ha detto il Sindaco Pascucci – un articolo di Gianni Palmieri sul Messaggero in cui sono riportate una serie di forti dichiarazioni che, a quanto ci risulta, e non per la prima volta, non sono state pronunciate dalla persona a cui sono state attribuite. Oltretutto, siamo rimasti completamente di stucco nell’apprendere che la Presidentessa del Centro Anziani di Cerveteri, la sig.ra Elisa Canfora, non sapeva neppure di essere stata contattata da un giornalista del Messaggero, bensì era convinta di parlare con la Redazione del settimanale l’Ortica. Sarebbe ora che si cominciasse a dimostrare un po’ di rispetto nei confronti dei lettori che, lo ricordiamo, hanno il diritto a una informazione vera e puntuale. Un diritto che, a quanto pare, viene invece negato o limitato da chi esercita la propria professione con scarsa attenzione e dimostrando poca deontologia”.
“Oltre all’esenzione dai diritti di prevendita per la terza età – ha detto il Delegato Claudio Pasquini – abbiamo introdotto nel Festival di quest’anno alcune altre attenzioni verso le fasce di popolazione meritevoli di maggior tutela. D’intesa con gli Assessori Francesca Cennerilli e Lorenzo Croci, che vorrei ringraziare sentitamente, un certo numero di biglietti saranno messi a disposizione dell’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Cerveteri e venduti al prezzo simbolico di un euro. Un grande ringraziamento va anche a Ivana Paoluzzi, Delegata all’Abbattimento delle barriere architettoniche, che sta studiando con gli Organizzatori un sistema per rendere accessibile ogni area del Festival anche a chi ha difficoltà di deambulazione”.
“Quello di rendere quanto più possibile la Terza Età un percorso piacevole e stimolante è un preciso impegno della nostra Amministrazione – ha detto Claudio Pasquini – In questi mesi abbiamo messo in campo già tante iniziative e i risultati che ne traiamo sono incoraggianti. I Centri Anziani sono dei luoghi splendidi dove avvengono tante iniziative meritevoli, ma i nostri anziani devono anche uscire dai Centri e sentirsi di nuovo accolti nella propria Città. Etruria Eco Festival è un evento per tutta la famiglia a cui devono poter partecipare i bambini, quanto gli adolescenti quanto gli adulti di ogni età. Applicare l’esenzione dei diritti di prevendita sui biglietti del Festival (che già ha dei prezzi bassissimi se confrontati al prezzo medio di un concerto di pari livello) per chiunque sia iscritto ai Centri Anziani di Cerveteri, Valcanneto e Cerenova ci sembra un buon inizio”.
 
image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com