0766 news

Conferenza stampa, ieri mattina all’Aula Cutuli, del sindaco Antonio Cozzolino e dell’assessore al bilancio Florinda Tuoro. Non sono mancati gli attacchi e le accuse alle precedenti amministrazioni comunali, proprio in materia di bilancio con il buco con cui deve fare i conti l’attuale amministrazione comunale.   I bilanci di Palazzo del Pincio dal 2008 al 2013 sono stati tutti falsati e la spesa corrente del Comune gonfiata con entrate straordinarie irregolari.  Come, per esempio i contributi targati Enel che di fatto, secondo Cozzolino, avrebbero “drogato” i bilanci di Palazzo del Pincio. Tutto questo è emerso, secondo il primo cittadino, dalla relazione del Ministero dell’Economia e delle Finanze sui conti del Comune relativi agli anni 2008-2013. Ieri mattina solo una prima parte della relazione è stata, per così dire, messa a conoscenza della stampa. 155 pagine con cui sono state ricostruiti quanto accaduto negli ultimi anni. “L’ispezione del Mef – ha dichiarato il sindaco Cozzolino – ha chiarito quanto è stato fatto negli ultimi anni che è poi quello che tutti noi sapevamo. Bilanci gonfiati, una costante riduzione delle entrate, a fronte, invece di uscite sempre piuttosto ampie. Il contributo Enel utilizzato come normale entrata quando invece doveva essere utilizzata che doveva invece essere utilizzata per finalità di pubblica utilità, come finanziamento per opere e interventi. Invece sono stati messi in bilancio nonostante un parere già negativo della Ragioneria Generale dello Stato”. Ma il primo cittadino ha tenuto spiegare come, questa opera di falsificazione dei bilanci, abbia portato, per la mancanza di entrate, all’innalzamento della pressione fiscale attuata dal commissario straordinario. “Questa amministrazione – ha invece affermato l’assessore al bilancio Florinda Tuoro– non ha alzato le aliquote ma abbiamo già diminuito, anche se gradualmente,le spese. Il bilancio 2014 è stato chiuso con una risparmio di 15 milioni (61 contro i 76 del 2013) ma è chiaro che servono soluzioni strutturali e non temporanee su cui stiamo lavorando. Per quanto riguarda una riduzione delle tasse, adesso siamo scontando il mancato funzionamento della riscossione e quindi di un elevato numero di evasori. Con la lotta all’evasione potremmo ovviamente diminuire non solo le tasse ma anche offrire servizi sicuramente migliori”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com