Dal Comitato di quartiere di San Gordiano e Boccelle, riceviamo e pubblichiamo. “Il comitato di quartiere San Gordiano Boccelle, con protocollo n° 59737, in data 28 agosto 2014, ha posto all’attenzione del Sindaco alcuni quesiti riguardanti le opere di urbanizzazione a Boccelle. Si trattava della realizzazione di un campo di calcio e un percorso della salute, la cui realizzazione è stata interrotta da 11 mesi da parte dell’impresa di costruzioni. La precedente nota faceva presente come l’inadempienza del costruttore non solo gravava sul legittimo godimento dei servizi da parte degli abitanti, ma creava anche degrado e problemi igienico sanitari. Dalla data del 27 agosto sono passati 49 giorni. Non si è ricevuta risposta, nè formale, nè informale, alla nostra istanza,  nè da parte del Sindaco, nè da parte degli uffici. Questo nonostante il fatto che i regolamenti comunali impongano all’ente di rispondere alle istanze dei cittadini entro 30 giorni, fatte salve difficoltà oggettive nell’allestimento delle risposte che comunque devono essere comunicate agli scriventi. Prendiamo atto della volontà di esclusione delle associazioni del territorio operata dal Sindaco. Ce ne rammarichiamo perchè un primo cittadino governa in genere con i cittadini e mai contro di essi. Ci permettiamo, data la gravità della situazione a Boccelle, di rivolgere un quesito al Segretario Generale del comune di Civitavecchia, quesito che ha preso già le vie del protocollo come autonoma comunicazione. La domanda è questa: i regolamenti comunali che impongono di dare risposta ai cittadini sono diventati carta straccia? Restiamo in attesa di una risposta che, per noi, ma anche per la globalità dei rapporti tra cittadini e pubblica amministrazione, riveste carattere di enorme importanza”.

 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com