“In relazione ad alcuni articoli apparsi in questi giorni sulla stampa locale, si ritiene opportuno fare alcune precisazioni, onde evitare una rappresentazione della realtà che rischierebbe di generare nei cittadini la sensazione di un uso improprio di risorse pubbliche. Come evidenziato in una relazione tecnica redatta da Città Pulita si sottolinea che le problematiche sollevate relativamente alla presunta incompatibilità dei compattatori noleggiati per fronteggiare l’emergenza hanno riguardato esclusivamente il pomeriggio del 30 aprile e la giornata del 1 maggio, data nella quale si è constatato che la differenza (di appena 20 mm) tra i braccetti dei compattatori di proprietà della società interpellata per il servizio straordinario e quelle dei mezzi in uso a Città Pulita sebbene permettesse di agganciare correttamente i cassonetti, non ne consentiva lo svuotamento in condizioni di assoluta sicurezza. In entrambi i giorni i cinque compattatori noleggiati sono stati comunque impiegati per la raccolta dei rifiuti accumulatisi a terra, congiuntamente ai tre di Città Pulita, i quali provvedevano invece allo svuotamento dei cassonetti, lavorando ininterrottamente dalle 4.00 e fino alle ore 18. Già a partire dal 2 maggio, la ditta ha apportato le modifiche i braccetti dei mezzi, restituendone nell’arco della giornata tre pienamente operativi anche per lo svuotamento dei cassonetti, cui si sono aggiunti anche i tre compattatori di Città Pulita, oltre ad un quarto, sempre di proprietà della società comunale, appena restituito dall’officina.A partire dal 3 maggio hanno pertanto lavorato sette mezzi (quattro di Città Pulita e tre della soc. SARIM), i quali hanno provveduto anche allo svuotamento di parte della raccolta differenziata, con particolare riferimento a carta e plastica. Nei quattro giorni di emergenza sono stati raccolti in totale 490,76 tonnellate di rifiuti indifferenziati, 146,68 delle quali trasferite dai mezzi aggiuntivi noleggiati, con una media giornaliera di oltre 122 tonnellate. Ferma restando la piena operatività dei mezzi esterni noleggiati per la raccolta straordinaria, visto il rientro in servizio, previsto per la giornata di domani, anche del quinto compattatore di Città Pulita, il ricorso a mezzi esterni sarà limitato a solo due unità fino al termine del 9 maggio, previsto dall’ordinanza n. 140 del 30 aprile. Si precisa inoltre che i costi dell’intero intervento di raccolta straordinaria saranno comunque detratti dalle spettanze corrisposte a Città Pulita per l’attività di igiene urbana e non saranno pertanto poste a carico dell’Amministrazione Comunale”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com