“L’Amministrazione Comunale di Civitavecchia dice no al biogas.
Il biogas viene prodotto attraverso la digestione anaerobica, un processo che implica la moltiplicazione di spore di pericolosi batteri, come il botulino, che possono disperdersi nell’ambiente ed ha come residuo il digestato, un’autentica porcheria che nulla ha a che vedere con il compost che si può ottenere dalla fermentazione aerobica. Inoltre la combustione del biogas rappresenterebbe una fonte di inquinamento che si andrebbe ad aggiungere alle tante già presenti nel territorio. Per questi motivi domani, con una nostra rappresentanza, parteciperemo al sit-in di protesta organizzato dai cittadini sotto la Regione Lazio in Viale del Tintoretto 432, per far sentire la nostra voce agli enti pubblici che in sede di Conferenza di Servizi esprimeranno il loro parere sul progetto della centrale a biogas di prossima realizzazione nel Comune di Tarquinia”.

 

Dario Menditto,
Consigliere Comunale M5S 
Presidente Commissione Ambiente

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com