Il Pd replica a Guerrini: “Per lui e tempo di riflessioni”

4 Giugno 2014

“Riguardo le esternazioni del dottor Guerrini, il Pd di Civitavecchia ritiene di dover porre l’accento su alcuni aspetti”. Inizia così la replica del Partito Democratico alle recenti dichiarazioni rilasciate da Mauro Guerrini.

“Innanzitutto una constatazione – si legge nella nota del Pd – Guerrini è riuscito nell’intento di essere eletto e di far scomparire la sinistra radicale dal consiglio comunale, precedentemente presente con una compagine articolata di 4 consiglieri e 2 assessori e che ora saranno rappresentati solo da lui. La coalizione che ha sostenuto Pietro Tidei ha raggiunto diecimila preferenze, non possiamo far finta che questo non valga nulla e che l’unica lettura possa essere una cieca ambizione personalistica del potere fine a se stesso. C’è una gran parte della città che riconosce le capacità di Tidei e della coalizione da lui rappresentata, del progetto politico che porta avanti e che ha condannato la scelta di porre fine alla sua Amministrazione in un momento delicatissimo, favorendo interessi affaristici portuali. Sappiamo benissimo che Mauro Guerrini si è tenuto ben lontano dal toccare l’argomento Autorità Portuale ed ha preferito passare da renziano della prima ora a candidato sindaco di Sel con gli stessi che hanno firmato la sfiducia consegnata con delega da Moscherini. Parliamo di contenuti: Guerrini non ha mai votato contro nessuna delibera portata in consiglio comunale dal Pd, Guerrini era il delegato ai rapporti con Enel e Tirreno Power mentre veniva firmata l’Aia ed ha sempre mantenuto rapporti, letteralmente fraterni, con gli stessi. La posizione da cui parla l’ex membro del Pd è particolarmente vendicativa: non riuscendo a sconfiggere Tidei alle prime primarie, appoggia la spallata di palazzo, perde al primo turno e poi spera che venga sconfitto dall’antipolitica. Non sui contenuti, non sulle proposte, ma cercando una sorta di referendum pro o “contra personam” che denota una visione miope, ma anche presbite, della situazione cittadina. Domenica al ballottaggio portiamo una speranza; che, indipendentemente dal leader, i cittadini sappiano scegliere di propria volontà la strada da percorrere. Serenamente stiamo costruendo una nuova classe dirigente, lo si può vedere dai tanti giovani e donne che entreranno con noi in consiglio comunale. Speriamo che i cittadini scelgano l’unica forza politica che sarà in grado di stabilire seri e positivi rapporti con i poteri forti del porto e che abbia le capacità e le competenze necessarie per guidare la macchina comunale. Se Guerrini pensa che si tratti solo di una sua battaglia personale, ce ne faremo una ragione”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com