Il Partito Democratico e la responsabilità delle scelte

15 Aprile 2013

Il Partito Democratico fa il punto della situazione sulla questione Hcs.

“Queste sono giornate cruciali per i servizi cittadini e per l’occupazione dei lavoratori, continuare a dividerci e a fare distinguo non porterà certo a nessuna soluzione. E’ il momento delle scelte condivise su HCS e SOT. La Maggioranza ha intrapreso un lungo percorso di confronto e dialogo, accentuato in queste ultime settimane, per trovare risposte a problemi drammatici creati dall’amministrazione precedente, rinunciando a “lavarcene le mani” mandando tutto in fallimento. Abbiamo scelto di prendere l’enorme responsabilità politica ed economica di risolvere quello che sarebbe diventato un dramma sociale. Il 7 maggio è la data dirimente. O c’è un piano di risanamento che il tribunale ritenga attuabile o l’unica tragica strada sarà il fallimento. Abbiamo presentato, unitariamente con le altre forze politiche di maggioranza, un piano di risanamento che nel medio termine ottimizzerà ed amplierà i servizi pubblici mantenendo così i livelli occupazionali, eliminando privilegi, sprechi e rendendo equi i costi per i contribuenti ,in grado di trovare le risorse per far fronte alla situazione debitoria.

Auspichiamo che le parti sociali assumano, a fronte di queste proposte, un atteggiamento improntato alla disponibilità e al confronto, al di fuori di ogni pregiudizio.

Non servono prove di forza in una situazione in cui sono in discussione problemi vitali per la nostra collettività e per i lavoratori.

I sindacati in particolare, a cui rivolgiamo un pressante appello, entrino nel merito delle proposte avanzate, presentino con chiarezza le loro osservazioni, anche alternative, ma in un quadro di certezze e di realismo.

La proposta non può che basarsi sulla concomitante salvaguardia dei posti di lavoro, sulla coerenza contribuenti e servizi erogati e sulla semplicità di gestione dei servizi.

Preoccupante sarebbe rinviare ancora il confronto con la politica e delegare ad altri (Prefettura o Regione) la soluzione del problema. Il tempo delle strategie è scaduto, è il tempo delle assunzioni di responsabilità.

Dobbiamo trovare la forza e il coraggio di decidere senza spaccature ulteriori.

Sul tavolo una proposta c’è ed è stata attentamente ponderata. Nessuno esclude

modifiche: lo spazio per il confronto di merito ancora aperto e rimarrà tale.

Se nel corso dell’applicazione del piano, che siamo convinti supererà l’esame del tribunale, matureranno ulteriori opportunità che migliorino le condizioni di vendita, siamo sempre disponibili a discuterne.

Il PD continuerà a lavorare affinché   queste scelte siano confrontate e largamente condivise”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com