italcementi

Il Movimento Cinque Stelle interviene sulla vicenda Italcementi e sulle polemiche relative all’utilizzo dell’area dell’ex cementificio. “Ancora una volta, se mai ce ne fosse bisogno, Tidei e il suo Pd si confermano sindaco e partito del cemento. Sulla nota vicenda Italcementi, infatti, la soluzione proposta, così come in ogni area che per un motivo o per l’altro si trova a dover essere ”riqualificata”, prevede ancora una volta la costruzione di parcheggi (dov’è il piano di mobilità/viabilità per la città?) e aree residenziali e di socialhousing (ma Torre d’Orlando? nel programma della coalizione di csx il socialhousing si sarebbe dovuto realizzare lì); in una città, peraltro, già vessata dal pesante inquinamento atmosferico e urbano e che ancora aspetta l’inizio dei lavori di bonifica dell’area dove dovrebbe, il condizionale è d’obbligo, sorgere il bosco Enel. Ci piacerebbe che il Pd ascoltasse la voce della gente e se i risultati del nostro sondaggio, secondo i quali i civitavecchiesi chiedono un polmone verde in tale area, non convincessero, il Pd si faccia un sondaggio suo, chiaro, trasparente e scientifico e ascolti la voce dei cittadini. Ci piacerebbe vivere in una città nella quale le decisioni dell’amministrazione rispettino la volontà popolare o, almeno, rispettino il programma presentato prima delle elezioni. Quindi, nel constatare l’inopportuna volontà di affrontare provvedimenti, che interessano un’area molto amplia situata al centro della città, in un Consiglio Comunale convocato in piena estate (il 30 luglio e scommettiamo alle 9 di mattina in perfetta continuità con la passata amministrazione!), invitiamo tutta la cittadinanza, i movimenti e i comitati che si battono per una città più vivibile a presentare dei propri progetti alternativi. Chiediamo, infine, che il Consiglio Comunale del 30 luglio sia aperto e di pomeriggio”.
image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com