IL GOVERNO PROPONE IL PORTO DI CIVITAVECCHIA COME NUOVO CORRIDOIO INFRASTRUTTURALE

14 Settembre 2021

Il sindaco Tedesco: «L’inserimento nella Rete Core consentirebbe al nostro territorio di vedere lo scalo incluso tra le priorità assolute per la Ue, con l’apertura di corsie preferenziali per ottenere miliardi di euro a disposizione entro il 2027».

Il sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco ha così commentato una notizia che potrebbe segnare una svolta decisiva per il futuro della città: «Incrociamo le dita! Domani i tecnici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti discuteranno con una delegazione della Commissione Ue dei nuovi corridoi infrastrutturali europei da definire in Italia. L’inserimento nella Rete Core del Porto di Civitavecchia» ha continuato, «è uno dei quattro punti indicati come proposta principale dal Governo. Ciò consentirebbe al nostro territorio di vedere lo scalo inserito tra le priorità assolute per la Ue, con l’apertura di corsie preferenziali per ottenere miliardi di euro a disposizione entro il 2027. Tutti, nei rispettivi ruoli, stiamo seguendo la fase finale di un percorso che parte da lontano. Auspichiamo» ha concluso Tedesco, «che, grazie all’azione del Governo e all’unione d’intenti del territorio e delle sue istituzioni, potremo vedere soddisfatta l’ormai antica ambizione del porto di entrare nei corridoi Ten-T e quindi investire importanti risorse nelle infrastrutture che servono per sviluppare a 360° la nostra economia del mare».

 

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo



Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com