“Uno degli impegni prioritari che abbiamo preso con i cittadini di Cerveteri – ha detto il Sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci – è l’avvio di un Piano per l’Edilizia Scolastica, lavoro che stiamo portando avanti dal nostro insediamento e che ha come principale obiettivo la realizzazione di una nuova scuola. Al contempo, con il Vicesindaco Giuseppe Zito stiamo ricercando soluzioni di breve e medio termine per dare ai nostri ragazzi spazi migliori e individuare nuove aule per rispondere alla richiesta crescente di spazi”.
“Una delle priorità – ha spiegato il Vicesindaco Giuseppe Zito – è la ricerca di nuovi locali dove trasferire le classi della sede del Giovanni Cena di Via Iocchi. Riteniamo questi locali non ottimali per le attività didattiche per questo, con la Delibera di Giunta n. 71 dello scorso 29 maggio abbiamo deciso di emanare un avviso pubblico per la ricerca di nuove locazioni scolastiche. Dalle iscrizioni al prossimo anno scolastico si evince la necessità di almeno cinque nuove aule. Gli interessati potranno far pervenire le proprie proposte entro il 21 giugno”.
Con questo avviso pubblico il Comune di Cerveteri ricerca locali da prendere in locazione all’interno di uno o più immobili atti ad ospitare tra le otto e le dieci aule scolastiche, e siti nell’area urbana di Cerveteri capoluogo. Il bando è già pubblicato sull’Albo Pretorio ed è scaricabile dal sito Internet del Comune www.comune.cerveteri.rm.it.
“Il bando che abbiamo predisposto – ha proseguito il Vicesindaco Zito – fissa requisiti molto chiari. Sarà indispensabile l’assenza di barriere architettoniche, o la presenza di un idoneo ascensore, così anche i servizi sanitari dovranno essere accessibili ed adeguati a tutte le esigenze degli alunni e del personale scolastico. Richiediamo il perfetto rispetto delle norme in materia di edilizia scolastica, dei requisiti igienico-sanitari e la conformità di tutti gli impianti. I contratti di locazione avranno una durata di sei mesi, con possibilità di rinnovo. Inoltre, i proprietari dovranno dichiarare la propria disponibilità a cedere gli immobili al Comune”.
image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com