Il bilancio dell’attività svolta nel 2013 dal Commissariato di Civitavecchia

28 Dicembre 2013

Bilancio di fine anno per l’attività svolta in questi mesi dal Commissariato di Civitavecchia che viene tracciato in questo comunicato stampa inviato alle redazioni. “Il bilancio consuntivo vuole rendere partecipi del nostro lavoro e delle nostre attività svolte nel corso di questo anno per riflettere sul grado di vivibilità del nostro territorio e per migliorare le aspettative dei cittadini che si attendono risposte concrete sia sul fronte sociale che sulla legalità. Sul solco tracciato nell’anno precedente, sono stati conseguiti nel 2013 ulteriori importanti risultati sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica, grazie ad una costante presenza ed una rafforzata sinergia con l’Arma dei Carabinieri nei servizi di controllo del vasto territorio con la presenza degli operatori h.24 e, nonostante il delicato momento storico attraversato da una profonda crisi e dalle tensioni politiche e sociali locali che producono effetti negativi in più settori. Il dispositivo messo in atto per assicurare un’efficace attività di prevenzione per trasmettere sicurezza al cittadino ha fatto in modo che non si verificassero gravi fenomenologie delittuose in città con una riduzione dei reati contro il patrimonio, le rapine ed altri. Purtroppo l’attenzione rimane alta su tutti gli obiettivi sensibili perché il rischio furti è immanente ed i pericoli sono sempre in agguato. Fondamentale è la collaborazione ed il coinvolgimento dei cittadini con le Forze dell’ordine che vanno informate senza reticenze di ogni cosa sospetta, al fine di rendere più sicuri e vivibili i quartieri. Non è possibile comunque delegare alle forze di polizia la soluzione di ogni situazione o di ogni problema. Ai cittadini si rinnova l’invito ad una sempre maggiore disponibilità ad instaurare un rapporto aperto, fiduciario e costruttivo con la Polizia di Stato. Sotto il profilo dell’ordine pubblico sono state gestite con il prezioso apporto dell’Arma dei Carabinieri e delle Polizie Locali, le numerose manifestazioni sportive, cortei di protesta, l’estate civitavecchiese e tolfetana caratterizzata dalle due manifestazioni inscenate a luglio ed agosto scorsi da gruppi di animalisti giunti da ogni parte della penisola, contro lo svolgimento del “rodeo dei butteri”. Nel caso specifico, solo grazie alla professionalità delle forze impiegate sul campo, è stato possibile scongiurare tafferugli a causa delle continue provocazioni poste in essere dai manifestanti verso i cittadini. Non di minore complessità sono le situazioni occupazionali in città e nel porto tra cui gli arrivi degli operai dell’ALCOA, e per ultimo le proteste a Bracciano e Cerveteri legate alla discarica di Cupinoro. Esempio brillante di cooperazione e di coordinamento interforze è la recentissima evacuazione di una zona della città e del porto per il disinnesco di una bomba di aereo risalente all’ultimo conflitto bellico. La politica del coordinamento rappresenta la via maestra ed il futuro cui ciascuna Istituzione deve indirizzare gli sforzi per migliorare lo spirito di servizio verso la collettività. Le casistiche di reato più diffuse rimangono quelle legate al fenomeno dei furti in abitazione e nelle macchine, anche se, rispetto al recente passato, si annovera un decremento di episodi del genere, nonostante le difficoltà oggettive nel contrasto a questa fattispecie delittuosa favorita anche dai luoghi e dalla vastità del territorio e in molti casi dall’assenza di difese passive o allarmi collegati con le Forze dell’ordine. Utile deterrente e strumento d’indagine sarà la installazione ed il ripristino, promessa dal Comune, di videocamere di sorveglianza in alcune zone nevralgiche della città, segnatamente l’ingresso e l’uscita del quartiere San Gordiano. Dall’inizio dell’anno i dati ufficiali registrati in Banca Dati e comprensivi anche della cittadina di Santa Marinella presso questo Commissariato indicano 73 segnalazioni di furti tentati e non in abitazione e 3 in villa isolate, a fronte delle oltre 100 segnalazioni recepite l’anno precedente. Si sono registrate 3 truffe ad anziani mentre, sono state effettuate 1 rapina in tabaccheria, con la successiva individuazione del responsabile, e 18 in abitazione o in strada a passanti nonché ad esercizi commerciali, con l’individuazione e l’arresto di 6 individui responsabili del delitto di specie. La difesa dei più deboli, donne, minori, e anziani rimane un dovere morale per la nostra Istituzione che ha aderito con entusiasmo e con propri relatori alle conferenze sull’educazione alla legalità ed ai seminari informativi promossi dagli Istituti scolastici, dal Centro Anziani e per ultimo dal Telefono Rosa. In tale contesto intensi i rapporti di collaborazione e supporto alle comunità minorili di recupero presenti in città. Gli Istituti bancari e gli Uffici postali vengono monitorati costantemente dal pattugliamento in città e con i debiti scongiuri non sono stati interessati. Particolare attenzione è stata rivolta anche alla cittadina di Ladispoli con l’intensificazione di controlli anche di tipo amministrativo e l’effettuazione di pattuglioni con il concorso di aliquote del Nucleo Prevenzione Crimine Lazio e della Polizia Stradale. In tema di prevenzione sono stati pianificati appositi servizi mirati al contrasto del c.d. fenomeno della “movida notturna”, sia in relazione all’enorme afflusso di cittadini in zona Pirgo ed alla Marina, soprattutto nei mesi estivi, che nella recente criticità rappresentata dalla soverchiante presenza di esercizi di somministrazione di bevande ed alimenti (bar e pub) in Via Montegrappa. In particolare, grazie all’impiego di apposite e specifiche task force, incaricate di verificare le situazioni di illegalità e rischio per la sicurezza pubblica, si è potuto arginare il fenomeno, conferendo ai residenti una prima risposta, in attesa di un auspicabile riesame delle autorizzazioni comunali unitamente a sanzioni severe sui trasgressori e sulle occupazioni abusive del suolo pubblico. Accanto a questa attività di prevenzione, è presente anche una strutturata ed articolata attività investigativa che ha trovato condivisione da parte dell’autorità giudiziaria. L’attività di prevenzione anticrimine è stata incrementata notevolmente (aumentati del 15% gli avvisi orali, di oltre 20% rimpatri e proposte di sorveglianza speciale) attraverso l’irrogazione di 20­ avvisi orali e 15 allontanamenti con Foglio di Via Obbligatorio e nr. 6 sottoposizioni alla Sorveglianza Speciale di P.S. nei confronti di persone ritenute socialmente pericolose. Il Posto di Polizia presso l’ospedale costituisce ogni mattina un primo punto di riferimento di legalità per le vittime di reato, sia per l’A.G, che per le Forze dell’Ordine delle cittadine limitrofe. Sul fronte investigativo sono state diverse le attività di indagine eseguite in questo centro, allargate al comprensorio; tra queste si annoverano in particolare: 1) l’Operazione denominata “bocche cucite”, conclusasi dopo circa otto mesi di indagini con l’emissione di 4 ordinanze di custodia cautelare e 3 misure dell’obbligo della presentazione alla PG nei confronti di 7 soggetti coinvolti nell’associazione a delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di stupefacenti”, nell’ambito della quale sono stati eseguiti complessivamente nr. 6 arresti, con il sequestro di complessivi gr. 75 di cocaina e Kg. 4,184 di hashish, oltre ad una modica quantità di marijuana; 2) operazione denominata “Fenice” che, dopo circa 6 mesi di indagini ha consentito l’emissione di 6 misure di custodia cautelare in carcere, 2 agli arresti domiciliari e 2 misure dell’obbligo della presentazione alla PG, nei confronti di 10 soggetti coinvolti in un sodalizio criminale dedito al traffico ed allo spaccio di stupefacenti, nell’ambito della quale veniva, altresì, tratto in arresto 1 pluripregiudicato romano per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, con il sequestro di complessivi kg. 3,463 di hashish e gr. 4,39 di marijuana; 3) chiusura del Centro Massaggi Cinese di Viale G. Baccelli nel quale, operavano alcune dipendenti di origini cinesi che offrivano ai clienti “particolari” prestazioni, i cui proventi venivano riscossi dal titolare del centro, deferito per sfruttamento della prostituzione. Inoltre, nell’ambito dell’attività di contrasto dei reati predatori, si è proceduto all’arresto dell’autore di rapina a mano armata in danno di una tabaccheria, nonché dei 6 autori di rapina in danno di un esercizio “kebab” e di un venditore ambulante del Bangladesh. Nell’anno 2013 sul fronte dello spaccio di stupefacenti in città, si annoverano sequestri di sostanza stupefacente per complessivi kg. 3,800, di cui 3,708 di cannabinoidi e gr. 70 di cocaina, mentre le persone tratte in arresto sono state 48 ed i denunciati in stato di libertà 230; 140 sono state le contravvenzioni elevate per infrazioni al codice della strada. Le deleghe di indagine conferite dall’A.G. sono state 401.

ATTIVITA’ ANTICRIMINE

Sempre nell’ambito dell’attività di prevenzione, la Squadra Volanti ha effettuato complessivamente 1316 posti di controllo in ambito cittadino, con l’identificazione di 14.636 persone ed il controllo di 7.342 veicoli mentre, sono stati eseguiti complessivi 1952 controlli a pregiudicati sottoposti a misure di prevenzione.All’interno del Commissariato viene svolta anche attività di Polizia Scientifica che ha eseguito nr. 378 fotosegnalamenti di persone pericolose e/o ai fini dell’identificazione di cui stranieri nr. 194 e cittadini italiani nr. 184, nr. 79 sopralluoghi, ed in particolare:

  • per rinvenimento cadavere nr. 5;
  • per rapina nr. 5;
  • per furti nr. 49;
  • per truffe agli anziani nr. 3;
  • per danneggiamenti nr. 14;

Altra attività di fondamentale importanza che assorbe altro personale è quella di natura informativa e amministrativa. Per quanto riguarda la prima di rilievo il concorso nei 52 sfratti eseguiti nell’anno, mentre il settore polizia amministrativa per tutti i nove comuni di questa giurisdizione ha svolto la seguente attività: Relativamente all’attività di Polizia Amministrativa in materia di “armi”, sono state trattate complessivamente nr. 216 pratiche inerenti le autorizzazioni di Polizia per la detenzione, il trasporto, l’acquisto, la cessione tra privati, l’importazione e l’esportazione. Sono state trattate complessivamente nr. 949 pratiche di rinnovo e/o rilascio di arma per difesa personale, tiro a volo ed uso caccia. Nel corso dell’anno, sono stati rilasciati nr. 3673 passaporti, mentre, 480 risultano essere state le trattazioni di istanze di affidamento minori per l’espatrio ed iscrizione genitori. In relazione all’attività connessa alle attività di Agenzia di scommesse, autodemolitori, licenze di preziosi, compro oro, sale giochi e volo da diporto, si annoverano nr. 507 pratiche trattate. Sono stati effettuati complessivamente nr. 106 controlli amministrativi ad attività commerciali con nr. 32 contravvenzioni amministrative rilevate. Trattate complessivamente nr. 257 pratiche di infortunio sul lavoro nonché 150 notifiche e richieste di informazione.

POLIZIA AMMINISTRATIVA E SOCIALE

L’ufficio Immigrazione del Commissariato che si occupa dei cittadini extracomunitari residenti nei 9 comuni del comprensorio ha sviluppato nell’anno 2013 la seguente attività:

Rinnovi/rilasci di permessi di soggiorno 1918

Consegne di permessi di soggiorno e carte di soggiorno 1542

Accompagnamenti in frontiera a seguito di scarcerazione per espulsione dal T.N. 42

Accompagnamento di extracomunitari in Questura 65

Accompagnamento di cittadini comunitari in Questura 10

Accompagnamenti presso il C.I.P.E. di Ponte Galeria 30

Permessi di soggiorno scaduti ritirati e distrutti dal mese di maggio 2012 2650

Dichiarazioni di presenze (ex P.S. per turismo) 10

La complessa attività sviluppata in un territorio così vasto, nonostante la progressiva riduzione degli organici ha permesso di concludere l’anno con un “un bilancio positivo”, sintomatico anche“del buon rapporto instaurato con la comunità”. L’obiettivo per il prossimo anno è proprio quello di accrescere questi risultati, mettendo a punto un’adeguata “azione preventiva e di collaborazione” con tutti gli attori e le realtà cittadine”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com