I SERIAL KILLER. SEAN LANNON (3^ parte)

17 Ottobre 2021

continua…

Le autorità, accusano Lannon di aver fatto irruzione nella casa di Dabkowski in Myrtle Avenue a Mickleton, East Greenwich Township, colpendo alla testa con un martello l’uomo, come detto, per almeno 17 volte, mentre Lannon afferma di essersi recato a casa della vittima, solo per recuperare delle foto delle presunte aggressioni subite nell’infanzia, che  sarebbero state scattate dall’uomo più anziano.

L’accusa si estende anche ad una precedente irruzione in un’altra casa, che sarebbe avvenuta prima dell’uccisione di Dabkowski.

Dopo l’uccisione, Lannon avrebbe rubato l’auto della vittima per poi essere  stato successivamente arrestato a St. Luis, asserendo in quel momento, di aver ucciso anche altre quattro persone nel New Mexico, ammettendo ai pubblici ministeri, di aver commesso tutti e cinque gli omicidi.

Quattro anni fa, Lannon si era trasferito con la sua famiglia, nel New Mexico, e secondo quanto da lui dichiarato agli investigatori, a gennaio avrebbe trovato nella sua residenza di Grants, la moglie con un altro uomo, tale Jesten Mata  e per questo di averle sparato. Stessa sorte toccata al Mata, dopo averlo attirato a casa sua.

Lannon, nel dichiarare agli investigatori, che durante i loro rapporti, la moglie e Mata, avevano drogato i loro tre figli per farli dormire, avrebbe anche asserito che, prima della presunta uccisione del Mata, lo stesso gli avrebbe mostrato una foto sul suo telefonino, di altri due uomini che molestavano uno dei figli di Lannon, ammettendo di averne poi ucciso uno dei due: Matthew Miller, 21 anni.

Il 5 marzo del 2021, i corpi delle vittime furono rinvenuti in un camioncino scoperto all’aeroporto internazionale Albuquerque Sunport. Esattamente il giorno successivo a quello in cui Lannon era scappato via con i suoi tre figli nel New Jesey.

Mentre la quarta vittima, Randal Apostolan di 60 anni, è stata rinvenuta nel camion, dopo essere stata ingaggiata dal Lannon per avere un aiuto a smaltire i corpi, uccisa presumibilmente dopo una lite sul da farsi.

Ad oggi, Lannon deve ancora comparire presso il tribunale del New Mexico, per le accuse a suo carico, pendenti presso questo stato.

Questa, ad oggi, la rocambolesca storia che riguarda Sean Lannon. Secondo le prove in possesso degli inquirenti, che comunque sembrano schiaccianti, un uccisore seriale, determinato e senza tanti scrupoli.

L’offerta da parte dello stato di 50 anni di carcere senza possibilità di usufruire della libertà su cauzione, la dice già lunga e, questa offerta riguarda un solo omicidio ed alcuni irruzioni.

continua…

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO

Lascia un commento

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com