galà pugilato

“Gran Galà Nazionale del Pugilato 2015”

15 Ottobre 2015

Alla Conferenza Stampa erano presenti: Stefania Fratalia Presidente dell’Associazione THE GIANTS CLUB ASD, il Vicesindaco Daniela Lucernoni del Comune di Civitavecchia, l’Avvocato Vincenzo Cacciaglia, Presidente di Mecenate s.r.l. s s.u. – società strumentale della fondazione Ca. Ri. Civ. -, il professor Attilio Lombardozzi – Delegato Provinciale Federazione Pugilistica Italiana di Roma -, il Fiduciario del CONI Pierluigi Risi e Alessandro Diottasi – fondatore della Comunità Onlus Mondo Nuovo. La presidente del Comitato Organizzatore Stefania Fratalia apre la Conferenza: “La boxe il 17 ottobre si veste in abito da sera per un Gran Galà che si svolgerà e non poteva essere diversamente a Civitavecchia, la città che ha la più lunga tradizione in questo sport. Tradizione e storia che vanno a braccetto tra Olimpiadi e Titoli Mondiali conquistati. La serata è unica nel suo genere, insieme agli Oscar del passato a Saint Vincent e agli Oscar degli ultimi anni consegnati nelle Marche.” – Continua Fratalia – “L’Associazione THE GIANTS CLUB ASD di Civitavecchia ha pensato a questo Evento, che mancava ormai da anni nel panorama della boxe, come un appuntamento nazionale che fonda il suo riconoscimento in una organizzazione seria, precisa, una competenza enciclopedica e con il Patrocinio del C.R. CONI Lazio, della Federazione Pugilistica Italiana FPI, della Lega Pro Boxe, dell’AICS -Associazione Italiana Cultura e Sport-, dei Comuni di Civitavecchia, Santa Marinella, Tarquinia e con la Fondazione Ca.Ri.Civ, principale sponsor alla realizzazione dell’evento, l’emitttente civitavecchiese Mecenate Tv media partner e con il contributo: Graphic Studio, Bar Mosconi, Compagnia Portuale Civitavecchia, Rosati Utensili, Hair studio 1 Porticciolo Riva di Traiano,Un Fiore di Santa Marinella.” Il Delegato della federazione Pugilistica Italiana Prof Lombardozzi: “Le finalità del PROGETTO Gran galà Nazionale del Pugilato 2015 sono essenzialmente quelle di far conoscere, apprezzare ed avvicinare alla disciplina del pugilato gli studenti, dando loro l’opportunità di ottenere attraverso le sedute di allenamento un notevole miglioramento delle loro capacità psico-fisiche e delle abilità coordinative e 2 condizionali.” Continua il prof Lombardozzi – “Il pugilato, meglio conosciuto come la “Noble Art”, e soprattutto la dimensione “scolastica” in versione no contact, è una disciplina alla quale la psicologia dello sport riconosce un alto valore formativo in relazione alla crescita psico-fisica del giovane, attribuendole la capacità di intervenire positivamente anche nel delicato processo di inserimento sociale del minore, attraverso la graduale conoscenza di sé e l’acquisizione della necessaria autostima. Ciò avviene mediante diversi elementi, quali: – l’acquisizione: della consapevolezza, della padronanza e del rispetto della propria e dell’altrui fisicità; – l’acquisizione di una buona preparazione psico-motoria; – la conoscenza ed il consolidamento delle regole e dei valori sociali contenuti nello sport; – la maturazione di un atteggiamento positivo verso uno stile di vita sano, lontano da alcool e droghe; fattori questi che diventano validi strumenti pedagogici, utili soprattutto per combattere i tanti disagi giovanili.”

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo




© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo