hcs nuova

Sulla questione di Hcs interviene il capogruppo Pdl alla Regione Lazio Luca Gramazio.

«Sulla delicata vicenda che riguarda i lavoratori dell’Hcs, azienda del comune di Civitavecchia, è necessaria una netta accelerazione per trovare una soluzione a questa complessa situazione, dove oltre 400 dipendenti rischiano di perdere il posto di lavoro. Come abbiamo già chiesto in precedenza, e avanzato anche dall’Ugl di Civitavecchia, è indispensabile che la giunta Zingaretti esca dallo stato di immobilismo e convochi urgentemente un tavolo con tutte le parti interessate, alla presenza anche delle categorie e delle organizzazioni sindacali. Già abbiamo annunciato la presentazione di un’interrogazione in tal senso e, a questo punto, serve una netta risposta anche dalla Regione, visto che questa storia può generare pesanti ripercussioni, non solo per i lavoratori, ma anche per il Comune e tutto il territorio. Adesso non si può più perdere tempo, basta con l’attendismo e i buoni propositi, la situazione va affrontata con determinazione e in modo organico. Anche lo stesso sindaco Tidei, dopo aver gestito la situazione con superficialità e approssimazione, negli ultimi giorni ha dimostrato disponibilità e senso di responsabilità, seppur tardive, evidenziando la necessità di aprire un dialogo con le OO.SS. Questa è la richiesta che ripetiamo al Presidente e agli assessori competenti, che su tematiche delicate come l’occupazione e il lavoro stanno facendo davvero troppo poco. Infatti, da quel che ci risulta, ci sono altre vertenze che riguardano società partecipate in  difficoltà dei Comuni della Provincia di Roma (alcune di queste si occupano di rifiuti), e anche su queste realtà la Regione si sta dimostrando assente e poco incisiva.  Servono risposte concrete: basta con le comparsate sui territori, con le solite buone intenzioni, ferme poi sulla carta. E’ fondamentale agire e, in questo caso, anche in tempi rapidi.

Nel Lazio si rischia il fallimento di circa 12 aziende municipalizzate: situazioni queste che Zingaretti deve affrontare in maniera seria. Se veramente questa giunta di centrosinistra vuole occuparsi di salvaguardia dei posti di lavoro, bisogna iniziare a ragionare sull’ipotesi di regionalizzazione di queste aziende attraverso un  lavoro di raccordo tra i comuni e  le municipalizzate per  la  gestione dei servizi di igiene urbano in ambito sovracomunale. Per come stanno andando le cose, Zingaretti rischia non soltanto il collasso di tutte la società in house presenti nella Regione, ma anche la più drammatica vertenza ambientale sulla gestione dei rifiuti, e mai vista prima d’ora.     

Noi continueremo a farci portavoce delle istanze della cittadinanza, allo scopo di garantire un futuro alle nostre aziende contribuendo allo sviluppo dei Comuni del Lazio».

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com