Riceviamo e pubblichiamo da Gennaro Goglia.

“Spett/le Redazione,
se c’è ancora qualcuno nelle “fresche aure” del Pincio delegato alle manutenzioni, sarebbe bene si ricordasse, prima delle “chiusure di bottega” ferragostane, che la sorgiva d’acqua che allaga da mesi la strada in Piazza Giovanni XXIII in San Gordiano sta diventando un pericoloso torrente sprecone: dunque reclama un più che urgente e doveroso intervento riparatore. Idem in Via dei Gerani, ove sta eruttando “più forte che pria” un’altra perdita appena da pochi giorni maldestramente tamponata!
Non dimenticando che in questa stessa strada fanno bella (e pericolosa) mostra due transenne a mezzeria poste a segnalare grate di caditoie scalzate. Se si “allargasse” poi a dare una sistemata allo sconnesso sedime stradale davanti alle Scuole Elementari e Medie…si eviterebbe di offrire agli alunni che prossimamente vi torneranno, quel consolidato, incivile biglietto da visita della loro città così tanto negletta, non foss’altro che per illuderli che i suoi “amministratori ( si fa per dire !) pensano anche a loro!

Se c’è poi anche qualcuno addetto alla cura ambientale (leggi “spazzatura”!) venga a sincerarsi che non c’è più tempo da perdere per la rimozione dei quintali di foglie secche e polline, sgradito “regalo” dei noti eucalipti, che tappezzano tutta Via delle Strelitzie, Don Papacchini ed il Piazzale Molinari, invadendoci anche gli interni delle limitrofe abitazioni ad ogni colpo di vento.
E se c’è ancora, tanto per non farla lunga, un Comitato Di Quartiere che privilegiasse il “fare” al declamare, bene sarebbe che si desse, come suol dirsi, “una mossa!”

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com