frascarelli

Frascarelli (FI): “La legge deve essere uguale per tutti”

2 Ottobre 2015

Forza Italia: “Per i dehors il sindaco ha fatto rispettare le regole. E il porto?”

Nella conferenza stampa tenuta dal coordinatore dei club Forza Silvio di Civitavecchia, Giancarlo Frascarelli e dal responsabile della comunicazione di Forza Italia, Paolo Gianlorenzo, sono state evidenziate le gravi anomalie che riguardano Largo della Pace e soprattutto la differenza di trattamento tra Autorità Portuale, Port Mobility e Argo ed i comuni cittadini e commercianti, nella questione dei “dehors”. In quel caso tutte le situazioni non a norma sono state fatte rimuovere in brevissimo tempo anche con la stagione estiva alle porte: nello stesso tempo si allestivano stand e quant’altro a favore della realtà portuale. Queste le parole di Frascarelli: “Il 6 marzo 2015, Comune ed Autorità Portuale firmarono un accordo per la realizzazione dell’area di Largo della Pace.

“Molte delle prescrizioni di quell’accordo non state rispettate, come ad esempio 2 stalli per i taxi e 3 per i micro-taxi. Poi si è arrivati al famoso protocollo d’intesa di 2 milioni d’euro all’anno, che noi continuiamo a ritenere illegittimo.

Con lo scandalo dehors, che in città ha colpito moltissimi commercianti, Port Mobility ha presentato un’istanza al Comune per l’ottenimento della paesaggistica. Ma la paesaggistica non può essere ottenuta finché l’area non sarà sgravata dagli usi civici (l’area è destinata al pascolo, semina e spica). A tal riguardo, abbiamo visto le comunicazioni tra il segretario generale dell’Autorità Portuale Maurizio Ievolella e il segretario generale dell’Associazione Agraria di Civitavecchia Maurizio La Rosa. La storia si chiude con una lettera del 20/08/2015 da parte del Comune, nella quale si risponde all’istanza di richiesta della paesaggistica presentata da Port Mobility. Palazzo del Pincio afferma che entro 30 giorni dalla lettera bisogna trasmettere la documentazione attestante l’avvenuto avvio o conclusione del procedimento di liquidazione degli usi civici. Questo non è avvenuto e quindi aspettiamo anche le risultanze che arriveranno dal blitz dei Carabinieri, avvenuto ieri mattina. Una cosa è certa: a Largo della Pace si è continuato ad operare per molto tempo nonostante non ci fossero le autorizzazioni necessarie. Al contrario di quanto Palazzo del Pincio ha fatto con i commercianti, nella vicenda dehors che tutti ricordano bene per le polemiche suscitate”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo



WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com