forum ambientalista

Forum Ambientalista: Lettera aperta al Direttore Generale della ASL RM4 e al Sindaco di Civitavecchia

6 Aprile 2020 ore 11:10:54
Condividi
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa

La tutela dell’ambiente non può prescindere dalla tutela della salute umana. Ed è per tale motivo che come Associazione di tutela ambientale abbiamo ritenuto di non poter più tacere davanti a quanto sta accadendo sul territorio di Civitavecchia, dichiarato dalla Regione Lazio, per bocca del suo Assessore alla Sanità, come quello con la maggiore incidenza, in relazione alla popolazione, di positivi Covid.
Abbiamo seguito con estrema attenzione tutti i report che avete inviato e le conferenze stampa che avete tenuto, ed abbiamo condiviso il vostro reiterato appello a continuare a rimanere a casa, condotta, senza alcun dubbio, doverosa e irrinunciabile in questa fase, al fine di prevenire il contagio.
Abbiamo anche però ascoltato il fastidio, che nel caso della ASL è diventato quasi minaccia, con il quale avete commentato la crescente preoccupazione dei cittadini circa l’estendersi del contagio e la gestione dei due cluster cittadini, ovvero la RSA Madonna del Rosario e l’Ospedale San Paolo. Una preoccupazione ed un allarmismo che riteniamo essere scaturiti dalla mancanza di chiarezza che, rasenta quasi l’omertà, con cui l’ASL ha dato i dati del contagio sulla città di Civitavecchia.
Fatti e numeri parlano da soli.
Basandoci sui bollettini emessi dal ASL, ad oggi sul territorio cittadino sono stati riscontrati 177 casi positivi.
Sottraendo 17 decessi e 2 guariti, si ha un totale di 158 positivi. Manca però, nonostante sia stata più volte richiesta, la strutturazione del dato che consenta di comprendere come mai, a fronte di un trend in discesa a livello nazionale e regionale, Civitavecchia veda invece un incremento costante dei casi, e consenta, parallelamente, di comprendere dove le misure di argine al contagio siano risultate e risultino poco efficaci.
Non ci avventureremo nel tentativo, in base ai dati in nostro possesso (Civitavecchia è piccola e, per dirla con un eufemismo, le voci corrono) di darne un interpretazione, ma riteniamo, senza tema di smentita, di poter tranquillamente affermare che oltre il 90% dei casi hanno uno stretto rapporto con i due cluster individuati.
Segno evidente che le misure poste in essere non sono state, e continuano a non essere, efficaci. Valga per tutto il fatto che solo negli ultimi tre/quattro giorni, e sotto la pressione popolare, ci si è decisi a fare il tampone a tutti gli operatori sanitari e non solo, come fino alla scorsa settimana, a coloro che mostravano sintomi gravi o operavano in settori particolarmente a rischio. Un fatto grave che, unitamente ad alcuni erroriche ci auguriamo le commissioni d’inchiesta individueranno, hanno messo a grave rischio sia la salute degli operatori che, al di la della facile retorica degli eroi, sono stati inascoltati e lasciati soli , che della intera comunità cittadina.
Per questo riteniamo sia inderogabile, e chiediamo al Sindaco, massima autorità cittadini in tema di salute, di farsene garante, che si fornisca risposta alle domande che ormai tutti i cittadini si stanno facendo ovvero:
Quanti sono gli operatori sanitari del San Paolo risultati positivi? Quanti operatori della Madonna del Rosario?
Sono tutti in quarantena anche se asintomatici? Come si sta facendo fronte alla endemica carenza di personale aggravata da tale circostanza? Si è ancora convinti, a fronte di tale catastrofica situazione, di voler ampliare i letti covid al fine di accogliere altri paziente extra ASL? Quanti tra i positivi sono pazienti del San Paolo? Quanti della Madonna del Rosario. I dispositivi di protezione individuale idonei sono forniti alla totalità di coloro che operano nell’ospedale ( quindi anche addetti alle pulizie, tecnici etc). I percorsi covid sono ben divisi dai percorsi dei pazienti con altre patologie. Sono stati sanificati tutti i reparti in cui sono stati individuati soggetti pazienti o operatori che siano) positivi?
Domande che cercano risposte immediate non per individuare responsabilità (per questo ci sarà tempo), quanto piuttosto per comprendere come tutelare al massimo quella ricchezza della comunità cittadina rappresentata dagli operatori sanitari, ridare fiducia alla popolazione verso il nosocomio cittadino e finalmente arginare un emergenza che sta mettendo in ginocchio il tessuto sociale cittadino.
FORUM AMBIENTALISTA Civitavecchia

image_pdfDownload in PDFimage_printStampa


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


Condividi
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

© 2013 - 2020, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo