Festa rimandata per la Csl Soccer

14 Aprile 2013

Festeggiamenti rimandati per la Csl Soccer che ieri mattina, nel big match giocato al Fattori, non è andata oltre lo 0 a 0 contro il Real Teverina Civitella. Una gara che era molto attesa tra le fila rossoblu, perchè in caso di vittoria con i viterbesi, la truppa di mister Galli avrebbe festeggiato la promozione in Prima categoria. Tra l’altro la sfida con il Real Teverina era una sorta di derby, considerati i tanti civitavecchiesi presenti tra le fila gialloneri, ovvero il portiere Paoloni, Pieri, Trebisondi. In campo però non è stata una bellissima partita.

Leggermente meglio i padroni di casa che non sono però sembrati quelli di sempre e forse hanno pgato fin troppo il peso del match. Fatto sta che di grosse occasioni, non se ne sono viste se si esclude la bella punizione, nel primo tempo, di  Regnani che si è stampata sulla traversa. Poi alla mezzora l’episodio in area di rigore viterbese, con l’atterramento di Massi: per il direttore di gare, il signor Belloro di Roma 1 (insufficiente la sua prestazione) non è calcio di rigore ma simulazione con il giallo all’attaccante civitavecchiese. Un gisllo che peserà perchè proprio all’inizio della ripresa Massi sarà espulso per somma di ammonizioni.

In dieci la Csl non rischia troppo ma non riesce neanche ad incidere e a cambiare l’inerzia della partita che si trascina sullo 0 a 0 finale. Un punto che comunque consente alla squadra civitavecchiese di mantenere un ottimo margine di distacco proprio dai viterbesi che devono ancora recuperare una partita. Da segnalare l’incidente di gioco nel primo tempo tra Bellini e Trebisondi che sono caduti a terra, con il difensore della Csl Soccer costretto a lasciare il terreno di gioco ma per fortuna senza grosse conseguenze.

Il commento di mister Galli

“Prendiamoci questo pareggio e avanti per la nostra strada, con una stagione straordinaria da vivere ancora al massimo”. Il tecnico della Csl Soccer Sandro Galli commenta così il pareggio della sua squadra al termine del big match contro la Real Teverina. Una prestazione al di sotto delle possibilità, con la squadra che ha pagato qualche nervosismo di troppo e anche alcune decisioni da rivedere del direttore di gara, soprattutto con riguardo al mancato rigore concesso a Massi e poi costatogli anche l’ammonizione. “Ci siamo troppo innervositi – ha fatto notare Galli – e questo ha finito per influenzare la nostra prova. Non è stata una bella partita ma questo non toglie nulla al nostro straordinario campionato e ad un gruppo che merita di festeggiare la promozione”. Una festa rimandata ma che è il giusto coronamento ad una stagione strepitosa, per una squadra che sta meritando sul campo il salto di categoria, anche se in casa Csl rimane ancora il rammarico per quella finale di Coppa Lazio persa a Cori. “E’ l’unico neo di questa annata – ha continuato Galli – è proprio quella di aver perduto la finale in maniera rocambolesca ma ripeto. Questo gruppo merita la promozione per l’impegno messo in campo e negli allenamenti dall’inizio della stagione”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com