tabella

I cinque stelle sono abituati ad andare nelle piazze a fare opposizione. Mandano a “fanculo” tutti. Non fanno sconti a nessuno. Quando però sono dall’altra parte della barricata guai ad avere comportamenti come i loro perché allora scatta una sorta di delirio d’onnipotenza e non accettano confronti e quindi utilizzano i vigili urbani e la forza pubblica per sgombrare l’aula Pucci e cacciare anche i giornalisti. Cosa che non si spreca, anzi si brucia in abbondanza, per buona pace del consigliere Manuedda e della “semper rossa” Ricotti, è il carbone alla centrale di Torre Valdaliga. Pensate, nessuna amministrazione prima d’ora era riuscita a far bruciare così tanto carbone all’Enel. Non prendono soldi da distribuire ai cittadini ma, in compenso, se ne guardano bene dal far fermare per le manutenzioni obbligatorie quei mostri del fumo cancerogeno. Manuedda e Ricotti che devono molte delle loro fortune ai No Coke, improvvisamente sono diventati indifferenti a quanto sta accadendo oggi sotto il loro naso. Leggete bene i dati dal 2010 ad oggi come sono aumentati e come l’amministrazione a 5 stelle sia più impegnata ad occupare sedie durante i convegni all’autorità Portuale che ad ascoltare la gente.
(fonte www.etrurianews.it)

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo
Quanto ti piace?

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com