emanuela-mari.jpg

Emanuela Mari: “Sul bando per la selezione della SGR la maggioranza si è davvero superata”

22 Dicembre 2015
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Dopo l’accordo di attualizzazione e interpretazione della convenzione del 2008, con il Comune che è riuscito nell’impresa di dover addirittura rimborsare e ridare indietro 10.4 milioni all’Enel, credevamo ormai di averle viste veramente tutte. Invece dobbiamo dare atto al M5S di sorprenderci ogni giorno: sul bando per la selezione della SGR la maggioranza infatti si è davvero superata”. La vice coordinatrice locale di Forza Italia Emanuela Mari interviene sulla querelle legata al fondo immobiliare, che in tre mesi non è ancora riuscito a partire per l’assenza di investitori e soggetti finanziari pronti a farsi carico dei progetti elaborati dall’amministrazione.
“Il Comune con una deliberazione un’ora prima della scadenza ha prorogato nuovamente il bando. Si tratta del quarto rinvio, che è un’ulteriore bocciatura per il fondo immobiliare e per il progetto di valorizzazione turistica di Fiumaretta. Da ottobre siamo arrivati a fine anno – continua Emanuela Mari – e ancora non si vede una SGR pronta ad investire al buio i 5 milioni di euro richiesti dal Pincio. Ma la cosa che fa veramente sorridere, in questo estremo tentativo da parte della maggioranza di salvare un progetto che non ha futuro, è la motivazione alla base del nuovo rinvio. La proroga, come è stato indicato nelle determinazione pubblicata sul sito del Comune, è stata accordata su richiesta di due soggetti privati “interessati” al bando. Una procedura insolita e irrituale che ci lascia quantomeno perplessi. Normalmente le regole le detta chi fa il bando e non chi partecipa ma per i grillini, unici depositari della verità, evidentemente non è così. Ma è legale questa procedura? E’ possibile condizionare una gara ormai prossima alla scadenza cambiando le regole in corsa? E se in quell’ora fosse arrivata un’offerta, si sarebbe commesso un illecito dando ulteriore tempo agli altri soggetti interessati? Ormai l’incapacità della giunta Cozzolino ha superato il limite della sopportazione da parte dei cittadini. La nuova scadenza è fissata per il 29 dicembre alle 12, alla vigilia dei “botti” di Capodanno, ma a questo punto c’è da augurarsi il “botto”, metaforicamente parlando, dell’amministrazione a 5 stelle. I danni procurati da Cozzolino e dal M5S in questi 20 mesi sono ormai evidenti a tutti. Cos’altro dovranno combinare per rendersi conto che rassegnare le dimissioni è l’unica soluzione per il bene della città”.

 


Iscriviti per ricevere il Giornale Online sulla tua Email, è GRATIS!!!


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© 2013 - 2019, TRIP-TV-2094 AGENZIA DI STAMPA - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti senza citarne la fonte.
Registrazione presso il Tribunale di Civitavecchia n. 4/13 del 22/02/2013 | Direttore Responsabile: Barbara Fruch, Direttore Editoriale: Pietro Russo