I Guerra Mondiale

“Diamo un pò di dignità al sacrario della Prima Guerra Mondiale”

2 Settembre 2015

Il presidente della Società storica, ricorda il progetto presentato a cui il Comune non ha dato seguito

Il presidente della Società storica Civitavecchiese, Enrico Ciancarini, con una lunga lettera chiede all’amministrazione comunale di intervenire con riguardo al Sacrario dei caduti della Prima guerra mondiale. “Il 24 maggio 2015 in tutta Italia si è celebrato il primo centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nell’immane conflitto mondiale passato alla storia come Grande guerra. In tutte le città italiane si è celebrato tale anniversario con eventi di vario genere. La Società Storica in collaborazione con il Cesiva, il patrocinio del Comune e il finanziamento della Fondazione Cariciv ha edito un volume dedicato agli eroi civitavecchiesi di quella guerra e ristampato una pubblicazione del 1924 curata dal Comune di Civitavecchia a ricordo dei tanti civitavecchiesi caduti in quel conflitto. Ma, oltre a quello, noi della Società Storica volevamo realizzare un altro progetto: il restauro del Sacrario dei caduti della Prima guerra mondiale al Cimitero vecchio. Lì si erge un monumento voluto dalla Comunità civitavecchiese che vuole eternare il nome di coloro che diedero la vita per l’Italia. Ora è in stato di abbandono, le lapidi con i nomi di quei concittadini ben poco leggibili. Naturalmente i lavori di restauro sarebbero stati completamente a carico dei soci della nostra associazione che si autotassano per realizzare questi recuperi del patrimonio storico ed artistico della città. Anche un’altra prestigiosa associazione civitavecchiese, il Lions Club Civitavecchia Porto di Traiano si è detta interessata al sostegno della spesa per i restauri.

Ai primi di marzo di quest’anno abbiamo fatto regolare richiesta protocollata al Comune indirizzata all’assessore dei lavori pubblici. A lei Sindaco gliene abbiamo parlato la sera della cena per i dieci anni del nostro bollettino. Ci ha detto che l’iniziativa era molto importante e che senza dubbio l’avrebbe appoggiata. Cento soci l’hanno applaudita. Purtroppo sono trascorsi sei mesi dalla nostra domanda, dalle sue assicurazioni, il 24 maggio è passato, ma il restauro del Sacrario dei Caduti della Grande guerra non si è fatto.

Abbiamo avuto qualche incontro con funzionari del Comune, promesse da assessori e consiglieri di occuparsene, ma solo parole. Pensiamo che la collaborazione fra Comune ed associazioni del territorio sia un importante fattore di crescita per la città, cosa che anche nel suo programma elettorale è messo in risalto. Non abbiamo la presunzione di impartire lezioni di storia a chicchessia, abbiamo dimostrato nei nostri 11 anni d’attività che sappiamo realizzare i progetti che abbiamo in mente, vedi i 20 bollettini, la Casa della Memoria, Aquae Tauri, i restauri delle tele alla chiesa dei Cappuccini e dei manoscritti e carte antiche. Per noi la salvaguardia del patrimonio storico, artistico ed archeologico della città viene prima di tutto e con i nostri esigui fondi cerchiamo di fare il più possibile. Non siamo narcisisti a cui piace apparire ma persone concrete che con il volontariato gratuito realizzano idee per la città. Durante il periodo elettorale, nell’incontro che avemmo con lei, ci fu assicurata vicinanza e collaborazione, ci fu detto che la Società Storica era un patrimonio della città e che le sue iniziative avrebbero trovato tutto l’appoggio dovuto dall’amministrazione da lei guidata.
Sappiamo bene che le promesse elettorali sono spesso aria al vento ma riteniamo che lei sia persona intelligente e seria, che capisca l’importanza di tale recupero storico e che pertanto solleciti l’assessore di competenza e i suoi uffici affinché si possa realizzare il nostro progetto, che riteniamo molto significativo per la memoria di Civitavecchia. Oppure ci venga detto di no, che non siete interessati, allora noi useremo quei fondi impegnati per altre iniziative di recupero che abbiamo già in mente.
Nel ringraziarla di quello che farà, le invio i miei più cordiali saluti”.

image_pdfScarica articolo (pdf)image_printStampa articolo


DIBIAGIO


WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com